Attenzione ai giocattoli venduti in spiaggia: sono pericolosi per i più piccoli

Sono ancora una volta giocattoli fabbricati in Cina ad essere sotto accusa e a costringere genitori e forze dell’ordine alla massima allerta. Con la stagione estiva i pericoli legati ai giocattoli non a norma di legge non sono andati in vacanza, anzi. Salvagente, aquiloni, pupazzi vari e giochi da spiaggia di ogni tipo sono i principali imputati. Sono tutti provenienti dalla Cina, acquistati dai genitori per pochi euro sulla spiaggia o sul lungomare, magari dopo alcuni capricci da parte dei più piccoli, attratti dalla vivacità dei colori di questi giocattoli e dalla voglia di possedere quel nuovo oggetto tra le loro mani.

«Si tratta di giocattoli ad altissimo rischio per la salute dei più piccoli, che non rispettano alcuna norma di sicurezza, nemmeno la più elementare» spiega Antonino Reale, responsabile di Pronto soccorso ed emergenza dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, che promuove da tempo una campagna per incentivare i giochi sicuri.

«Ogni anno sono decine i bambini che finiscono al Pronto soccorso a causa di giocattoli pericolosi – sottolinea l’esperto -. Anche giochi apparentemente innocui minacciano la salute dei piccoli».

E in estate i pericoli non sembrano per nulla diminuire. Dall’inizio dell’estate sono state diverse le operazioni delle forze dell’ordine: solo la Guardia di finanza, a giugno, ha sequestrato 4 milioni di pezzi pronti a essere venduti in spiaggia.

kids468x60

Il problema più rilevante è l’inalazione o l’ingestione di piccoli pezzi – spiega Reale -. E l’età a maggiore rischio è tra 0 e 3 anni, quando i piccoli si portano i giochi alla bocca, anche se mi è capitato di dover intervenire anche su bambini di 10 anni. Più temibili i pericoli di soffocamento per l’inalazione di corpi estranei nelle vie respiratorie – aggiunge il professore -. Più frequente ma meno pericolosa l’ingestione, perché gli oggetti possono essere rimossi facilmente».

Risultano essere invece molto pericolose le batterie a bottone, che se ingerite possono anche essere letali e nei giochi venduti in spiaggia per esempio, sono molto facili da estrarre. Sono molto dannose « I due poli liberano elettricità e l’umidità che c’è nell’esofago dà luogo a una trasformazione, per elettrolisi, del cloruro di sodio in acido cloridrico che perfora l’esofago: in pratica è come se si bevesse acido muriatico. Ed è possibile, come è successo, una perforazione letale dell’aorta. Sono casi molto rari, ma la vita anche di un solo bambino vale tutte le nostre attenzioni».

Un’altra grande preoccupazione legata principalmente ai giochi non conformi alle normative, sono i liquidi che questi spesso contengono, basti pensare a prodotti come per esempio le bolle di sapone o pupazzi contenenti gel tossici: «Non ci sono etichette e composizioni, quindi non sappiamo cosa i bambini maneggiano, con rischi elevatissimi».

Insomma in estate l’attenzione verso i giocattoli acquistati ai bambini deve rimanere alta. È necessario imparare a distinguere quali sono i prodotti più sicuri con cui far giocare i propri piccoli, senza lasciarsi ingannare dalla bassa qualità, spesso svenduta nelle località marittime.

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews