Atletica: Trost solo settima nell’alto

alessia trost  (gazzetta.it)

Alessia Trost, la ventenne saltatrice azzurra, settima ai mondiali di Mosca (gazzetta.it)

Mosca – Il sogno da podio di Alessia Trost s’è infranto nella finale. Troppo forti le rivali, probabilmente ancora troppo inesperta l’azzurra, ultima spiaggia per una spedizione azzurra non splendente in questa trasferta mondiale in terra di Russia.
La ventenne italiana ha concluso la prova in settima posizione.

Alessia Trost aveva iniziato la sua gara salendo a 1.93 senza commettere errori; a 1,97, poi, il suo sistema si è imballato e lì ha abbandonato la corsa per le medaglie.
Un primo salto sballato, un secondo completamente fuori misura, quindi il terzo a un passo dalla riuscita l’hanno messa fuori corsa proprio a 1,97, misura che avrebbe potuto darle anche una medaglia e che
costituisce nel suo curriculum un salto non al top.
Per una gara che era priva di veri riferimenti e che sembrava alla portata dell’azzurra per qualsiasi piazzamento del podio – compreso il più alto – c’è nella squadra un po’ di delusione, mista alla certezza di aver assistito al debutto di un’atleta che in futuro potrà togliersi molte soddisfazioni.

La gara di oggi ha comunque fatto ben sperare per il futuro; la ragazzi di Pordenone non è certo al culmine della carriera e può crescere moltissimo. La campionessa del mondo juniores ha sicuramente pagato anche la tensione della sua prima grande competizione internazionale, dove era al centro dell’attenzione anche per l’insuccesso quasi completo della formazione italiana nelle altre gare. In molti speravano in una medaglia della Trost, che avrebbe gettato altra luce sulla spedizione azzurra ai mondiali di Mosca.
Se il bilancio per Alessia Trost è comunque positivo, quello del team azzurro non può dire altrettanto.

L’Italia, infatti, non ci regala da troppo tempo un team all’altezza della tradizione azzurra; neppure la marcia, tradizione bacino di successi, sembra sfuggire a una gestione pressappochista e perdente del team nazionale, nel quale emergono solo pochi individui di grandissima classe e dove la valorizzazione degli altri talenti non è affatto ordinaria. Aggiungendo una serie di infortuni, che sembrano colpire con malaugurata puntualità i nostri atleti, anche questi mondiali di Russia non hanno lasciato che poche soddisfazioni agli azzurri, eccezion fatta per lo splendido argento della maratoneta Valeria Straneo, nel primo giorno di gare.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews