Ascensore per il Paradiso

La “LaserMotive” vince un concorso indetto dalla Nasa per la progettazione di un elevatore capace di collegare la terra allo spazio

di Adriano Ferrarato

146834260_13d2f02808Andare nello spazio senza astronavi è ora possibile. E’ sufficiente un normale ascensore. Quello che in passato poteva apparire come una battuta comica è ora un progetto dalle reale concretizzazione. Merito del progresso scientifico, che con passi da gigante sta portando l’umanità a realizzare l’antico sogno di avvicinarsi alle stelle.

L’idea di un ascensore spaziale non è nuova ed è stata spesso utilizzata anche in campo letterario come nel caso dello scrittore di Fantascienza Arthur Charles Clarke che nel suo racconto “Le fontane del Paradiso” parla di un incredibile torre capace di connettere la terra ad un satellite.

Sul piano scientifico, il desiderio di raggiungere il firmamento era stato già oggetto di studio da parte di alcuni scienziati come il russo Konstantin Ėduardovic Ciolkovsij, che nel 1895 fu il primo ad introdurne i concetti di base e gli studi del collegamento tra la Terra e le stelle negli anni cinquanta ad opera di un altro scienziato russo, Yuri N. Artsutanov.

3053981324_c52d770dfaPochi giorni fa è stata la Nasa a riproporre la questione, proponendo un concorso in cui veniva premiato il miglior progetto di elevatore extraterrestre. In collaborazione con la Spaceward Foundation, un’associazione senza scopi di lucro che si occupa dello studio del cosmo e delle condizioni che ne renderebbero possibile la vivibilità anche per l’uomo, alla gara si sono presentati tre gruppi. Il vincitore è stato quello della Laser Motive, il quale ha mostrato la propria idea di “arrampicatore”, alimentato da motori elettrici e sistemi di laser, capace di raggiungere i 3,7 metri al secondo di velocità.

Se il progetto è risultato però vincente , ben altre considerazioni vanno fatte per la sua concreta realizzazione sulla vasta scala: l’enorme lunghezza e il materiale dei cavi trainanti, il sistema dei contrappesi per far salire e scendere l’ascensore, problemi connessi con l’attrito e la forza di gravità e soprattutto il rischio di impatto con meteoriti vaganti nella vicina atmosfera terrestre.

Pur essendo però un’idea che avrà bisogno di tempo per essere realizzata, i risultati ottenuti fanno ben guardare al futuro. Simbolo dell’uomo che non conosce confini, mosso dal solo amore per la conoscenza, lo spazio da oggi è ancor più alla nostra portata.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews