Arte e cultura fuori orario: arriva la Notte dei Musei 2010

L’Italia aderisce anche quest’anno ad un’iniziativa diffusa in tutta Europa: orari notturni per avvicinarsi al patrimonio storico-artistico

di Laura Dabbene

 

Trieste - Castello Miramare

“Ci sono appuntamenti a cui non puoi mancare”. Con questo slogan la sinuosa e candida figura di Paolina Bonaparte, scolpita da Canova tra 1805 e 1808, strizza l’occhio allo spettatore e invita alla prossima edizione della Notte dei Musei, in programma il 15 maggio. In risposta ad un evento nato nel 2005 su idea del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, anche l’Italia apre le porte dei musei e delle aree archeologiche di pertinenza statale in un orario insolito ed accattivante, quando il fascino e il mistero dell’arte sono accresciuti dall’illuminazione che squarcia le tenebre della notte.

Consentire l’ingresso ai visitatori dalle 22.00 alle 2.00, gratuitamente, apre nuove possibilità di fruizione e conoscenza delle meraviglie del patrimonio culturale. L’opportunità è ghiotta non solo per coloro che difficilmente riescono a conciliare gli orari di apertura con i propri impegni lavorativi, ma anche per quella vasta fetta di pubblico che, già assiduamente presente durante il giorno, avrà l’occasione di ammirare dipinti e sculture avvolti da una luce insolita, vivere la magia notturna e sognare avventure museali colme di suspence, degne di competere con i delitti al Louvre raccontati da Dan Brown o l’animarsi dei dinosauri nella pellicola formato famiglia di Shawn Levy.

Sull’onda di iniziative nate per sensibilizzare i più giovani verso un mondo percepito come distante e un po’ ammuffito, poi rivelatesi capaci di attrarre tutte le fasce d’età, il MiBac gioca nuovamente la carta della promozione e della comunicazione ad effetto, ponendosi come punto di riferimento di una strategia di economia del turismo che mira a rilanciare quello che molti ritengono il maggior potenziale della Penisola: il suo patrimonio culturale.

Il ministro Sandro Bondi e il suo braccio destro, il super manager dei Beni Culturali Mario Resca, non sono soli in questa crociata: solo nella città di Roma la Notte dei Musei gode del pieno sostegno del Comune, della Camera di Commercio di Roma, delle università Sapienza e Roma Tre, della Corte di Cassazione ed altre istituzioni pubbliche o private che parteciperanno alla grande festa in notturna aprendo le proprie sedi e organizzando eventi collaterali all’insegna della musica e dell’arte.

Non meno presente è la Regione Campania, già partner privilegiata del Ministero per i Beni e le Attività Culturali durante la recente Settimana della Cultura. È indubbio che proprio la terra campana offra alcuni tra i siti più suggestivi per una passeggiata al chiaro di luna: gli scavi di Pompei, Ercolano e Oplontis, già pieni di fascino alla luce del sole, promettono ai visitatori un’esperienza davvero unica se esplorati al calar del giorno.

Se a Napoli e dintorni la parte del leone sarà quella giocata dai tanti siti archeologici, spostandosi al nord, nel capoluogo lombardo, sarà il contemporaneo a segnare il passo della lunga notte bianca dell’arte: oltre al Museo d’Arte Moderna di Villa Reale ci saranno visite guidate a Palazzo Morando Costume Moda Immagine, tempio del fashion, al Museo di Fotografia di Cinisello Balsamo e al centro culturale La Elle di Rodano, che ospita una curiosa mostra con modelli di Scooter e Lambretta dal 1907 al 1975.

Caprarola (VT) – Palazzo Farnese

Da Nord a Sud, dal Centro alle isole, il 15 maggio vedrà migrazioni notturne di migliaia di appassionati e curiosi non solo nelle grandi città, ma anche nei centri più piccoli, quella della cosiddetta “provincia”: a Caprarola (Vt) si potranno visitare gli splendidi interni del Palazzo Farnese, a Senigallia (An) sarà aperta la Rocca Roveresca, a Spoleto (Pg) il Teatro Romano, a Celano (Aq) il castello di Piccolomini, a Trieste il castello Miramare.

Non resta quindi che ammiccare alla sensuale Paolina, distesa sul suo triclinio, e accogliere il suo invito: quello con la Notte dei Musei è un appuntamento a cui davvero sarebbe un peccato mancare.

FOTO / via www.panoramio.com; http://www.beniculturali.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews