Ricontiamoci, iniziativa M5S per ricontare i voti alle europee: truffa?

Da stamattina gira per il web Ricontiamoci, un Google form fatto circolare a nome del M5S per verificare il numero degli elettori pentastellati. Ma qualcosa non va

ricontiamoci

Roma – Le elezioni europee sono appena concluse e gli esiti sono ancora caldi; mentre si susseguono i commenti, qualcuno grida al broglio, qualcuno al bavaglio giudiziario. Qualcun altro, però, si mette al lavoro e tenta quasi di “ricontare” i voti. Giusto per sicurezza.
Ecco l’ennesima stranezza della politica a Cinque stelle, con Ricontiamoci.

RICONTIAMOCI – Si tratta di un comune Google form, organizzabile da chiunque, e avrebbe lo scopo di contare e ricontare gli elettori grillini che sarebbero andati alle urne. Così recita il testo che introduce Ricontiamoci: «Questo formulario parte dalla volontà degli attivisti di verificare il regolare svolgimanto [sic!] delle elezione del 25/5/2014. Perché sia efficace deve essere compilato SOLAMENTE dai cittadini che hanno votato Movimento 5 Stelle alle elezioni europee del 25/5/2014. Rendendo palese il tuo voto Cinquestelle ci darai modo di verificare se ci sono stati brogli».

m5s-europee

Tsunami fallito per il M5S alle Europee

COMPLOTTO – Al complotto qualcuno aveva già gridato nella notte tra sabato e domenica, segnalando una direttiva del Viminale ai presidenti di seggio perché annullassero più schede possibili al Movimento 5 Stelle, reo – secondo la teoria – di essere ampiamente in testa in alcuni sondaggi segreti. Anche alcuni parlamentari grillini erano caduti nella bufala, ovviamente del tutto infondata. Ora si tenta di stimare i grillini andati al voto, un “Ricontiamoci” che solleva più dubbi che speranze.

POSSIBILE TRUFFA – A dire il vero, più che una iniziativa grillina Ricontiamoci sembra un’abile truffa, un sistema per recuperare dati sensibili di un gran numero di persone con poco sforzo. Se i dati sull’orario di voto non sembrano poi così rilevanti, consegnare a ignoti numeri di documenti d’identità e autorizzazione al trattamento dei dati personali è sempre un rischio. In assenza, peraltro, di una conferma da parte dei vertici del partito, l’iniziativa sembra alquanto sospetto. Inoltre i presunti buoni propositi devono fare i conti con un dato tecnico dei Google form: è possibile inserire solo fino a 2 milioni di celle. Quindi il conteggio si arresterà inesorabilmente raggiunta quella quota.

grillini

Il post di ringraziamento di Grillo agli elettori, unica attività web ufficiale del partito dopo le elezioni (beppegrillo.it)

SOCIAL - Come accade sempre nella politica contemporanea, l’iniziativa è già un tag; #ricontiamoci è in crescita, sia su Twitter che su Facebook. Staremo a vedere se riuscirà a sfondare, come accaduto in precedenza con altri tag a sfondo elettorale. Molta attenzione, però, è dedicata anche all’ironia su questa ennesima iniziativa del partito grillino.

SPLENDORE A CINQUE STELLE – In questi giorni elettorali i grillini hanno messo in mostra la solita congerie di sparate e iniziative quantomeno pittoresche. Bisogna riconoscere che, comunque vada, sanno far parlare di loro, sicuramente più di quanto non accada con le altre forze politiche.
In una manciata di giorni, infatti, elettori ed esponenti grillini sono riusciti a filmarsi al seggio nell’atto di votare – fino a tre anni di carcere – litigare con la matematica del voto e cercare di votare a penna anziché a matita. Non male anche per questa tornata.

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

3 Risponde a Ricontiamoci, iniziativa M5S per ricontare i voti alle europee: truffa?

  1. avatar
    sebastiano 27/05/2014 a 20:58

    buffoni propagatori di fake.

    Rispondi
  2. avatar
    Wolf Zirbs 28/05/2014 a 05:09

    Se l’iniziativa l’ha creata un Grillino deve proprio essere un cretino assoluto. Queste azioni poco serie e probabilmente con sfondo criminale da parte di possibile elemento “Vorrei diventare un Hacker” andrebbero subito verificate dal M5S e Google dovrebbe esserne informata per eventualmente mettere fine alla cosa.

    Rispondi
  3. avatar
    Wolf Zirbs 28/05/2014 a 05:27

    Ho appena accertato che l’utente originario dell’azione ha ritirato il modulo FORM di Google scusandosi al pubblico con un avviso: Avviso di chiusura Formulare

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews