Arriva Cascamorras, il festival più sporco dell’Andalusia

Immagini della festa, Baza - Granada (www.ibtimes.co.uk)

Immagini della festa, Baza – Granada (www.ibtimes.co.uk)

Baza, Granada – Arriva anche quest’anno il festival del Cascamorras, che è iniziato ieri ma culminerà domani. La Spagna è famosa per i suoi festival, spesso legati ai tori ma anche ai prodotti della terra. Il legame con la religione cristiana poi risulta importante, ma le feste pagane sono sempre per lo meno peculiari.

LA FESTA E LA VERGINE – Ci troviamo a Baza, piccola cittadina ad un’ora da Granada. Questa cittadina insieme alla vicina Guadix, celebra ogni anno una festa che dal 2006 è stata dichiarata di interesse nazionale. La festività celebra ogni anno da circa 500 anni il tentativo di un cittadino di Guadix di prendere con se una vergine che risiede a Baza. Secoli or sono, un lavoratore di Guadix, ritrovò una statua della Vergine Maria seppellita a Baza. Entrambe le città reclamarono la proprietà e si giunse ad un accordo: se un cittadino di Guadix riuscirà ad entrare a Baza e uscirne senza essere imbrattato potrà portarsi via la statua.

Prove d'immersione nella vernice, Baza-Granada (www.ibtimes.co.uk)

Prove d’immersione nella vernice, Baza-Granada (www.ibtimes.co.uk)

LE CELEBRAZIONI – L’impresa non è mai riuscita ed in effetti non è mai stata facile. Tutti i cittadini di Baza sono ogni anno pronti ad ostacolarlo con vernice nera, color petrolio, il sesto giorno di ogni settembre. Migliaia di persone si riversano sul malcapitato che diventa una sorta di giullare cosciente fin dall’inizio del proprio destino: il fallimento. Il giullare viene nominato ad agosto. Quindi, litri e litri di vernice nera si spargono per il centro cittadino durante i tre giorni di celebrazioni. Il giorno 7, cioè ieri, il Cascamorras si è incaricato di ricevere le offerte dei cittadini di Baza che gli garantiranno il ritorno a casa. Oggi una grande messa per la Virgen de la Piedad è stata celebrata e domani toccherà al Cascamorras tornare a casa. Anche a Guadix, il povero giullare verrà sporcato e insudiciato di vernice perché appunto ha fallito la sua missione.

FESTIVITÀ ED IDENTITÀ – Da qualche anno la festa del Cascamorras è diventata un’attrazione turistica, l’ennesima della splendida Andalusia. Nonostante ciò la festa non è un richiamo per turisti ma è molto sentita dalla popolazione locale. La battaglia di Oli di pittura che si celebra con il Cascamorras e tutti gli eventi sono sentiti da giovani e meno giovani, che sono organizzati in “hermandad” o fratellanza. Certo, c’è da dire che rispetto a 500 anni fa, la gamma di alcolici sembra essere più variegata. In ogni caso, la festa di origini occitane è un vero spettacolo, accompagnato da musiche, balli e fuochi d’artificio ha più che mai la funzione dell’auto-celebrazione, del dire a questi borghi come a molti altri in Spagna, chi si è, ricordando il passato nella complessa contemporaneità. Se passate da li oggi e domani dunque si consiglia una visita.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews