Ariano Folkfestival 2016: non solo musica, ma che bella musica

L'Ariano Folkfestival 2016 brilla per varietà e qualità dell'offerta musicale. Ma non sarà solo musica ad allietare gli ospiti in Alta Irpinia

ariano folkfestival 2016

Nell’asfittico panorama musicale estivo irpino, in cui il comune capofila Avellino ha tagliato gambe, fondi o anche solo spazi a diverse realtà emergenti, l’offerta sonora irpina resta saldamente ancorata a due capisaldi della provincia. Da una parte il genio istrionico di Vinicio Capossela, che con il suo Sponz Fest è giunto alla quarta edizione, dall’altro l’Ariano Folkfestival, che gira quest’anno la boa dei 20 anni di onorata carriera. E che da giovedì 18 a lunedì 22 agosto vedrà alternarsi sui propri palchi voci e suoni provenienti da 4 continenti. E non sarà solo musica.

L’EVOLUZIONE DELL’ARIANO FOLKFESTIVAL - L’Ariano Folkfestival si è evoluto nel corso degli anni da poco più che festa della birra a vero e proprio festival dedicato alla world music. E con la reputazione guadagnatasi sul campo – e sul palco – è riuscito a siglare con la Regione Campania un accordo di cooperazione, che va sotto il nome di GEDI (Grandi Eventi in Irpinia), che ha come obiettivo quello di sviluppare un progetto integrato di promozione turistica dell’intero territorio irpino.

NON SOLO MUSICA - Se la musica è inevitabilmente il filo conduttore dell’Ariano Folk, il programma è ben più ampio. Il Folkstage continuerà ad ospitare gli eventi clou di ogni singolo giorno – dal 2015 palco sito in località Calvario, suggestivo scorcio panoramico che meglio può contenere l’accresciuto flusso di spettatori – ma ad Ariano Irpino si è deciso di guardare oltre le casse e i fari del singolo stage. Ed allora a fare da contorno ci sono cinema, gastronomia internazionale, artigianato tipico e persino sport, con la squadra locale di rugby pronta a mettersi in campo per cercare nuovi adepti, o anche solo far provare agli occasionali il brivido della mischia.

Tornerà come sempre il volkscamp, area boschiva nel cuore della città adibita a camping per gli ospiti più giovani del festival, con prezzi bassissimi per godersi l’intera rassegna a mo’ di piccolo Sziget. E non mancherà la Sonazone, una rassegna nella rassegna che inizia a notte fonda, quando finiscono i concerti principali del Folkstage. Da alcuni anni è il regno della musica elettronica.

Il programma musicale completo dell'AFF 2016

Il programma musicale completo dell’AFF 2016

IL PROGRAMMA – In 20 anni si sono alternati nomi di fama nazionale e mondiale sul palco di Ariano. Con un rapido excursus si possono citare gli statunitensi Calexico e i Tinturia nella scorsa edizione, i Bluebeaters nel 2015, Enzo Avitabile e i Modena City Ramblers nel 2014, per non parlare delle incursioni targate Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Bandabardò e 99 Posse. Quest’anno il nome di richiamo assoluto sarà quello di Daniele Silvestri, che chiuderà le danze lunedì 22 e cederà idealmente il testimone allo Sponz Fest (che inizia nello stesso giorno). Il cantautore romano porterà sul palco Acrobati, un album straordinariamente ricco di contenuti e di musica che spazia agilmente tra generi diversi, dal rock, al funky, dalla canzone d’autore all’elettronica. Un lavoro che ha coinvolto più di quindici musicisti con alcuni featuring d’eccezione (Caparezza, Diodato, Dellera, i Funky Pushertz, Diego Mancino) che non mancherà di stupire gli spettatori nella sua versione live.

Non solo Silvestri però: stasera si inizierà con La Dame Blanche, musicista cubana trapiantata a Parigi e figlia del grande Jesus Aguaje Ramos. A seguire gli statunitensi Xixa e i suggestivi colombiani Systema Solar, collettivo dal grande impatto visivo che reinventa la musica da strada mescolando cumbia, fandango, champeta, insieme ai ritmi hip hop, house e techno. Venerdì 19 agosto toccherà all’unica tappa italiana delle sorelle israelo-yemeniti A-Wa, in grado di reinterpretare la musica delle proprie radici yemenite con beat moderni. A seguire i portoghesi Terrakota e il dj spagnolo Panko Eletrorumbaiaio, vincitore di un Grammy Latin Award per il disco Techarí. Sabato 20 agosto luci della ribalta per Davide Van De Sfroos, profondamente legato alle terre irpine, preceduto da un live dell’Angelo Debarre Quartet (evento Off al Teatro Comunale, ingresso 10€) e seguito dal Reggae Circus di Adriano Bono e dalla poderosa voce ghanese di Pat Thomas. Il weekend si chiude domenica 21 con un atipico pranzo alle ore 13 con le note della Chico Trujillo Band. A proseguire il trend delle sonorità da banda ci penseranno, la Fanfarria Del Capitan e la Fanfara Tirana Meets Transglobal Underground, prima del Dj set di Luca Vaga. Si chiude lunedì 22 con Silvestri, ma anche con Nosenzo e lo spagnolo Lord Sassafrass.

SITO UFFICIALE E BIGLIETTI - Per tutti gli eventi collaterali e il programma completo, si può fare riferimento al sito ufficiale. Ingresso giornaliero standard dal 18 agosto al 21 agosto 8€, 18€ + diritti di prevendita per Daniele Silvestri, 35€ abbonamento per il festival con in omaggio t-shirt AFF.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews