Allergia? Risponde l’esperto

Tutto ciò che bisogna sapere dell’allergia: cos’è, come diagnosticarla e come curarla

di Fabrizio Giona

Pollini, causa di allergopatie respiatorie

ROMA – Possono essere stagionali o perenni, alimentari o respiratorie, da acari o da farmaci. Stiamo parlando delle tanto temute allergie che nei paesi europei colpiscono circa il 12-15% della popolazione. Solo in Italia sono circa 9 milioni le persone colpite da allergia e la primavera è il periodo di maggiore diffusione per quelle respiratorie (a causa, ovviamente, della fioritura degli alberi). Più rare invece sono quelle di origine alimentare: negli adulti sono stimate attorno all’1% mentre nei primi anni di vita si manifestano nel 2-5% dei bambini.

Le allergopatie respiratorie (asma bronchiale e rinite allergica) sono le forme più frequenti fra tutte le malattie allergiche. Alcune recenti indagini statistiche, infatti, dimostrano che rappresentano almeno il 75 % di tutte le manifestazioni cliniche con causa allergica e che sono in aumento. Le più alte percentuali di frequenza vengono segnalate nelle nazioni più industrializzate ed a più elevato tenore di vita e queste cifre aumentano progressivamente, tanto che negli Stati Uniti si è passati dall’1% al 30% degli abitanti. Percentuali di poco inferiori sono segnalate in Francia, Gran Bretagna e nei paesi scandinavi. Se ne segnala invece una bassa frequenza nei paesi in via di sviluppo.

Ma che cos’è effettivamente un’allergia? Quali sono i sintomi e come si diagnostica? A queste e ad altre domande risponde il nostro esperto, il Professor Fernando Aiuti, docente di Immunologia Clinica, dal 2009 nominato a vita Professore Emerito dell’Università degli Studi di Roma “Sapienza”, Presidente onorario dell’Associazione Nazionale Lotta contro l’AIDS (ANLAIDS), Past-President della Società Italiana di Immunologia ed esperto nella diagnosi e cura di Malattie Allergiche, Infettive, Immunodeficenze, Malattie Reumatiche e Malattie Rare.

- Professor Aiuti che cos’è una allergia?

L’allergia è una modalità di eccessiva ed alterata risposta del sistema immunitario nei confronti di varie sostanze esterne al nostro organismo: sostanze naturali come i pollini di alberi e di erbe o gli alimenti, sostanze chimiche come metalli, coloranti, resine, lattice della gomma, veleni di insetti come quelli delle api, vespe, zanzare, farmaci di varia struttura e composizione quali gli antinfiammatori, antibiotici, chemioterapici, antidolorifici od anestetici, mezzi di contrasto, derivati epidermici di animali domestici (cani,gatti,cavalli).

La ipersensibilizzazione allergica può essere diffusa a tutto l’organismo e quindi si manifesta con shock anafilattico o manifestazioni cutanee, oppure può essere presente solo in alcuni apparati od organi quali le mucose respiratorie (asma,rinite), congiuntivali (congiuntiviti) o gastroenteriche (diarree).

- Da che cosa hanno origine le malattie allergiche?

Le malattie allergiche sono scatenate dall’incontro di allergeni con una molecola anticorpale prodotta in eccesso (Immunoglobulina E) causa di liberazione di sostanze vasodilatatrici e in grado anche di aumentare le secrezioni mucose. Inoltre dopo questa reazione si producono in eccesso anche linfochine e leucotrieni che richiamano cellule infiammatorie e quindi causano il gonfiore, l’arrossamento, l’aumento della circolazione del sangue nei tessuti o mucose.

Le allergie causano sternuti frequenti

- Quali sono i sintomi dell’allergia?

Se l’allergia colpisce le mucose dell’apparato respiratorio può manifestarsi con crisi di sternuti, scolo di muco dal naso, prurito nasale, fotofobia, difficoltà alla respirazione specie notturna (rinite allergica), oppure tosse spesso secca, a volte spasmodica con edema della glottide (tracheite) o tosse persistente con difficoltà respiratoria da sforzo o anche a riposo specie di notte.

Le crisi di asma possono essere stagionali, perenni, settimanali, quotidiane, a seconda della gravità o durata, possono essere lievi o molto forti fino a causare asfissia. (In genere l’asma è causata da allergeni perenni come gli acari o stagionali come i pollini o da entrambe le cause).

Se l’allergia colpisce l’apparato gastroenterico come nel caso delle forme di allergia alimentare si manifesta con diarrea o dermatiti allergiche. Nel caso di forme sistemiche i pazienti possono presentare shock anafilattico con caduta della pressione, laringospasmo, tachicardia o eruzioni cutanee diffuse come le dermatiti o l’orticaria. Continua a leggere ->

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

1 2

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews