Allarme Coldiretti: dall’Olanda carne di cani e gatti nei cibi confezionati

carne di cani e gatti

Cani e gatti utilizzati per la preparazione di carne macinata come le polpette?

Roma – Dopo lo scandalo della carne equina che ha colpito l’Inghilterra e il caso della Nestlé in Italia, viene lanciato un altro allarme, da parte della Coldiretti, nell’ambito della richiesta di controlli su 62mila tonnellate di carne importate dall’Olanda.

L’inchiesta, naturalmente, è scattata come diretta conseguenza dei controlli sul caso della carne equina spacciata come carne di manzo che ha coinvolto la Findus, l’Ikea, la Nestlé e che è diventata una piaga continentale, visto che ha coinvolto almeno sedici Paesi. Attualmente sono stati arrestati solo i tre dirigenti della Farmbox Meats Ltd nel Galles. Ma ora ecco giungere l’ennesimo allarme, che non riguarda i cavalli: questa volta tocca ai cani ed ai gatti, che potrebbero celarsi dietro quella misteriosa dicitura burocratica “carne non identificata”, almeno stando alle ipotesi della Coldiretti. Per questo è stato richiesto l’immediato controllo su oltre 62mila tonnellate di carne che l’Olanda ha esportato nel 2012 in Italia.

«La decisione dell’autorità arriva dopo l’allarme della Bbc sulla presenza di carne non identificata in cibi da asporto – sottolinea Coldiretti- e soprattutto dopo le voci, non ancora confermate, sull’uso di carne di cani e gatti morti proveniente dalla Spagna e rivenduta in Olanda e forse usata, oltre che per la preparazione di prodotti per l’alimentazione animale, anche per la preparazione di piatti a base di carne macinata come polpette».

L’allarme lanciato da Coldiretti fa riferimento a quanto reso pubblico qualche giorno fa da parte dell’Autorità di sicurezza per gli alimenti e i prodotti di consumo, che sta indagando su un commercio di carne di cani e gatti proveniente proprio dal Paese iberico con destinazione Olanda. A riportare la notizia fu il quotidiano olandese De Telegraaf, secondo cui tutto sarebbe partito dalla denuncia di alcuni cittadini spagnoli che hanno parlato di una misteriosa azienda che sarebbe passata a raccogliere i cadaveri dei loro animali domestici per poi non darne più notizia. La polizia spagnola avrebbe poi collegato questo avvenimento alla chiusura di un’azienda alimentare ad Amsterdam e da lì sarebbe partita l’indagine.

La Coldiretti parla di vera e propria inadeguatezza da parte dell’Europa nell’affrontare questo problema, «che ha evidenziato la presenza di un giro vorticoso di partite di carne che si spostano da un capo all’altro dell’Europa attraverso intermediazioni poco trasparenti».

Giorgio Vischetti

@GVischetti

foto|| eunews.it; quotidianopiemontese.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews