Alitalia – Etihad: firmato l’accordo. Inchiesta sul caos bagagli

alitalia prev - lettera43.it

Firmato l’accordo tra Alitalia ed Etihad (foto via: lettera43.it)

Roma – Accordo raggiunto tra Alitalia ed Etihad. L’amministratore delegato di Alitalia, Gabriele Del Torchio, e il ceo di Etihad, James Hogan, hanno firmato il contratto dell’accordo tra le due compagnie. Quello siglato oggi è il pre accordo: ora il tutto dovrà passare al vaglio della Ue. Una volta ottenuto il via libera, l’accordo sarà perfezionato in autunno. Del Torchio ha commentato con soddisfazione e gioia la firma dell’accordo: «Ce l’abbiamo fatta, dopo tanta fatica, dopo un anno e tante notti di lavoro».

I SINDACATI – Nella notte erano arrivate le firme di Uil, Anpav, Anpac e Avia, che hanno fatto seguito a quelle di Cgil e Cisl. Del Torchio ha commentato con parole distensive e positive: «La firma da parte di Uil, Anpac, Anpav e Avia dopo quelle di Cgil e Cisl rappresentano un punto importante di unanime condivisione e consapevolezza sulla strada intrapresa per dare un futuro stabile e di sviluppo ad Alitalia. Spero che questo gesto di grande responsabilità possa contribuire a riportare un clima di maggiore distensione e serenità in queste ore decisive per il futuro di Alitalia».

UNA NUOVA ERA – Alitalia si appresta quindi a voltare pagina, aprendo un nuovo capitolo della sua storia: l’accordo con Etihad prevede che la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, che ha sede ad Abu Dhabi, investa 560 milioni per rilevare il 49% del vettore italiano. Inoltre, tra gli altri punti compresi nell’accordo, vi sarebbero il ritorno alla redditività della compagnia italiana nel 2017, l’apertura di sette nuove rotte intercontinentali con l’obbiettivo di raggiungere la quota di 23 milioni di passeggeri entro il 2018.

bagagli_fiumicino_sciopero_bianco_bagagli - tg24 sky it

Un’immagine dei bagagli abbandonati sulle piste di Fiumicino (foto via: tg24.sky.it)

INCHIESTA APERTA – Nuovi sviluppi anche riguardo alla vicenda dei bagagli bloccati all’aeroporto di Fiumicino: la Procura di Roma ha infatti aperto un’inchiesta sulla vicenda. Il ministro Maurizio Lupi ha ribadito «tolleranza zero» verso le proteste con «scioperi bianchi o certificati di malattia falsi, che tra l’altro sarebbero un reato». Tutti gli esposti presentati da associazioni di utenti e di cittadini su quanto accaduto nell’aeroporto della Capitale confluiranno nel fascicolo aperto dalla Procura, che concentrerà la propria attenzione sull’ipotesi dell’invio in massa di certificati medici da parte di dipendenti in stato di agitazione, con lo scopo di giustificare l’assenza da lavoro nel periodo caldo di ferragosto o per sottrarsi a eventuali precettazioni. Controlli rigorosi saranno pertanto fatti sui certificati medici e sulle modalità del loro rilascio per perseguire eventuali abusi e falsi. Il presidente del Codacons Carlo Rienzi giudica in maniera positiva l’apertura dell’indagine sulla vicenda da parte della procura di Roma: «Se saranno accertati reati a danno della collettività, i viaggiatori rimasti senza bagaglio chiederanno il conto ai responsabili degli illeciti» ha dichiarato Rienzi.

FRONTE BAGAGLI BLOCCATI –  Per quanto riguarda i bagagli rimasti bloccati sulle piste di Fiumicino, si spera che non si verifichino ulteriori azioni da parte dei addetti ai servizi di terra di Alitalia: in questo caso le migliaia di bagagli accumulati da domenica scorsa dovrebbero essere smaltiti entro la prossima domenica. A Fiumicino è infatti entrata in azione una speciale squadra composta da 200 unità messa a disposizione da Aeroporti di Roma, società responsabile della gestione dello scalo di Fiumicino, che sta lavorando per smaltire i bagagli in giacenza e restituirli ai  passeggeri.

Alberto Staiz

@AlStaiz

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews