Il brivido di Alfred Hitchcock a Milano

Alfred Hitchcock e i suoi uccelli (bloglive.it)

Milano – Chi non associa film come Gli uccelli, Rebecca la prima moglie, Psyco, La finestra sul cortile, al grande maestro del brivido Alfred Hitchcock?

E chi ancora, nonostante il nostro occhio sia ormai abituato alle più indescrivibili scene splatter, non è attanagliato dal terrore e dalla suspence che Hitchcock sapeva magistralmente creare con le musiche e con un’incredibile accurata scelta nella successione e nel montaggio delle immagini?

Il regista britannico è protagonista di una mostra audio-fotografica a Palazzo Reale di Milano fino al 22 settembre, Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures. L’esposizione è promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo Reale, Alef-cultural project management con la collaborazione speciale della Universal Pictures Italia divisione di Home Entertainment.

La mostra in corso permette di addentrarsi nel mondo del regista inglese mediante l’analisi delle fotografie che stanno dietro ai suoi lungometraggi, con una galleria di settanta spaventose immagini scattate durante le riprese relative alle pellicole prodotte dalla Universal Pictures, la major americana che dal 1940 al 1976 ha prodotto ben 14 dei capolavori del celebre regista, i cosidetti lavori del “periodo americano”. Preziose mmagini che si focalizzano sui protagonisti, i set, il backstage, gli effetti speciali delle storie così magicamente rese reali da Hitchcock.

La colonna sonora che accompagna il percorso, a cui viene dedicata una stanza della mostra, è quella ideale per immergersi nel clima di paura e attesa evocato nei film di Alfred Hitchcock, dagli stridenti violini che accompagnano la nota doccia di Psyco (chi non pensa a questa scena quando in un qualsiasi film inquadrano un soggetto farsi la doccia?) al suono elettronico de Gli Uccelli che seminavano terrore e angosce nell’omonimo film che proprio quest’anno spegne 50 candelinemeritandosi una sezione monografica all’interno della mostra.

Locandina della mostra su Alfred Hitchcock a Palazzo Reale (arte.it)

Chiaramente non potevano mancare in contributi video di Gianni Canova e un focus su Alfred Hitchcok, ben raccontato sempre grazie a un video, e protagonista di una divertente gallery/montaggio dedicata ai suoi cammei, anticipati dal regista, dopo i primi tentativi, nei primissimi minuti del film, per evitare la distrazione degli spettatori entusiasticamente ammaliati da questa trovata (che è rimasta poi un po’ il suo marchio di fabbrica).

L’occasione per questa mostra? Come abbiamo detto, in parte, i cinquant’anni del film Gli Uccelli. Ma non solo: il restauro di quattordici pellicole originali nell’audio e nel video, da oggi fruibili in alta definizione su disco Blu-ray per la visione in home video (immancabili, tra questi, Psyco, La finestra sul cortile, Gli Uccelli, La donna che visse due volte).

Davvero un’occasione imperdibile per scoprire altre chicche del regista che lasciava sempre indizi (pur non construendo mai nulla di prevedibile), ma non su stesso, mediante dettagli e immagini ben studiate. Con le parole di Godard: «Ciò che si ricorda dei suoi film non sono le storie, ci si ricorda piuttosto di un particolare: di una borsetta, di uno spartito di musica, delle ali di un mulino, di un autocarro nel deserto, di una spazzola per capelli, di un mazzo di chiavi, di un bicchiere di latte, di un paio di occhiali, di una bottiglia di vino piena di sabbia. Un po’ come accade per esempio nei dipinti di Paul Cézanne.»

La celebrazione di Alfred Hitchcock nel capoluogo meneghino non si è limitata alla mostr: dal 1 al 17 luglio infatti, la Fondazione Cineteca Italiana allo Spazio Oberdan ha programmato in cartellone non soltanto otto capolavori di Hitchcock in lingua originale con sottotitoli in italiano (La donna che visse due volte, Nodo alla gola, Notorius-L’amante perduta, Psyco, Sabotaggio, L’ombra del dubbio, Gli uccelli, La finestra sul cortile), ma anche il recente Hitchcock interpretato da Anthony Hopkins e Helen Mirren, rispettivamente nei panni di Hitchcok e di sua moglie Alma Reville, che contribuì notevolmente al successo del marito.

Un doppio omaggio a chi nel mondo della settima arte ha lasciato un segno indelebile.

Benedetta Rutigliano
@bettyrutigliano

Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures
21 giugno – 22 settembre 2013
Palazzo Reale, Milano
Orari
lunedì 14.30 – 19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30
giovedì e sabato 9.30 – 22.30
Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura
Biglietti
€ 8,00 intero
€ 6,50 ridotto:
€ 4,00 ridotto speciale

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews