Al via, nella capitale, “Roma in scena”

Roma – Eventi musicali, performance teatrali, spettacoli di danza, musei animeranno fino al 22 dicembre 2011 i Musei Civici di Roma, in orario straordinario e serale, sia il sabato che altri giorni della settimana. Ritorna, infatti, l’edizione autunnale di Roma in Scena con un calendario ricco di manifestazioni culturali ed artistiche. Dopo il successo dell’edizione estiva, che da fine giugno ai primi di settembre ha portato oltre 15.000 visitatori paganti nei musei romani il sabato sera, si ripropongono le aperture serali straordinarie del sabato, promosse dall’Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, Dino Gasperini.

La Centrale Montemartini, il Macro Via Nizza, il Macro Testaccio, i Mercati di Traiano, i Musei Capitolini, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo di Roma Palazzo Braschi e il Museo di Roma in Trastevere, saranno infatti straordinariamente aperti al pubblico ogni sabato sera fino al 7 gennaio 2012 (ad esclusione di sabato 24 e sabato 31 dicembre), dalle ore 20 all’1 (ultimo ingresso ore 24). Solo il Macro Testaccio sarà aperto invece fino alle ore 24 con ultimo ingresso ore 23.30.

I turisti e i cittadini romani, oltre a trascorrere un sabato sera visitando gli spazi museali con  mostre permanenti e temporanee ospitate, potranno contemporaneamente assistere, quando previsti, agli spettacoli in programma nell’ambito dell’iniziativa Roma in Scena. La manifestazione autunnale prevede, infatti, un calendario ricco di eventi che hanno come palcoscenico anche i Musei di Villa Torlonia (Casino Nobile, Casina delle Civette), il Museo delle Mura, il Planetario e il Museo Astronomico.

Tra gli spettacoli, si segnalano quello in scena al Museo delle Mura, alle ore 21.00 del 19 novembre e alle 17.00 del 13, 20 e 27 novembre, dal titolo “Voci dal silenzio-La vera storia di San Sebastiano”, convertito segretamente al Cristianesimo. La storia è raccontata da Zoe, moglie del capo della cancelleria imperiale, miracolata da Sebastiano, interpretata dall’attrice Giovanna Conforto.

Ai Musei Capitolini, nella sala Pietro da Cortona, giovedì 10 novembre, La Banda Bassetti si esibisce in un trio di corno bassetto con musiche di W. A. Mozart; sabato 12 novembre il trio Giulio Menichelli (violino), Damiano Mercuri (chitarra), Luca Mereu (mandolino), esegue, invece, i classici della canzone romana e napoletana; giovedì 17 novembre Tatiana Alquati si esibisce in un recital di arpa con musiche di Bach; giovedì 24 novembre Antonino Serratore si esibisce in un recital di clarinetto; sabato 26 novembre Anastasio Linari esegue musiche di Sanz Frescobaldi e Bach in recital di chitarra.

Centrale Montemartini
Centrale Montemartini

Sono due le suggestive serate danzanti all’interno del Planetario e Museo Astronomico, il 12 e il 26 novembre. Infatti, è in programma, nell’atrio del museo, una milonga con selezione musicale di tango tradizionale a cura di Elio “Astor” Paoloni. Contemporaneamente, nella sala dei pianeti, ci sarà una selezione musicale di tango non tradizionale ed un breve intermezzo con esibizione di noti ballerini.

Alla centrale Montemartini, il 16 Novembre alle ore 21.00 è in programma una lettura dell’Iliade di Alessandron Baricco. La particolarità dello spettacolo è soprattutto nella riscrittura di Baricco, che elimina quasi del tutto presenza e influenza degli Dei nella vicenda. Gli esseri umani restano quindi gli unici protagonisti, lasciati da soli a confrontarsi con l’enormità della guerra e dei sentimenti che a lei si accompagnano. Il 24, 25 e 26 novembre alle ore 21.00 va in scena lo spettacolo “Il viaggio dei mestieri”, uno spettacolo teatrale che intende riaffermare l’importanza dell’Uomo Artigiano, che persegue il buon lavoro fatto ad arte, con passione, intelligenza e sapienza manuale e che, proprio per questo, diventerà un cittadino giusto.

Al Museo di Roma in Trastevere, il 3 e 17 dicembre (dalle ore 20.30 alle 24.00) e il 10 dicembre (dalle ore 16,00 alle ore 24,00) è in programma “Italiani da Oscar-Padri e Figli”, un viaggio nella storia del cinema italiano in cui si parte dai Padri, autori dei 12 film vincitori del premio Oscar come Miglior Film, per arrivare ai Figli, i nuovi giovani autori della cinematografia italiana.
L’Esedra del Marco Aurelio incontra, il 10 dicembre alle ore 21.30, il lirismo di uno dei più amati, eclettici pianisti del panorama nazionale, Danilo Rea. Un viaggio musicale attraverso il variegato stile e repertorio del musicista, che partendo dal jazz saprà come sempre proiettare l’ascoltatore in un caleidoscopio di melodia, ritmo, citazioni talvolta ironiche e certamente riconoscibili mutuate dal pop e dai diversi ambiti d’interesse da sempre coltivati.

Chiara Campanella

Foto via yesnews.it; romaora.com;tesoridiroma.net

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews