Al via la terza edizione del Carnevale romano

spettacolo equestre

Roma – Torna, puntuale come ogni anno, il carnevale romano. A partire dal 26 febbraio fino all’8 marzo una serie di appuntamenti animeranno le strade e le piazze di Roma, dal centro alla periferia. Diverso da quelli passati e più ricco di contenuti, il Carnevale Romano è giunto quest’anno alla terza edizione ed è promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e Comitato per il Carnevale Romano. L’organizzazione è a cura di Zètema Progetto Cultura.

L’edizione 2011 del Carnevale Romano nasce con l’obiettivo di trasformare una delle tradizioni storiche della città in un evento culturale di rilevanza internazionale, legando i luoghi e i riti simbolo del patrimonio carnascialesco capitolino al fascino tutto particolare del Carnevale di San Pietroburgo. Infatti, per la prima volta, il Carnevale romano accoglierà una delegazione di straordinari artisti russi per una performance interattiva tra teatro, musica folk russa e danza popolare. Il gemellaggio con la metropoli russa costituisce una delle novità più significative di questa edizione del carnevale romano, ma non sarà l’unica. Il Carnevale romano quest’anno ha siglato, inoltre, un nuovo importante gemellaggio, con il Carnevale di Viareggio, uno dei più rinomati carnevali al mondo. 

Il Carnevale romano 2011 arriverà ancora più ricco e coinvolgente, con un palinsesto artistico- culturale di elevato livello. Per undici giorni Via del Corso, Piazza del Popolo, Piazza di Spagna e Piazza Navona si trasformeranno in un meraviglioso teatro a cielo aperto, animato dalla magia dell’arte equestre, dalla tradizione della commedia dell’arte, dal caleidoscopio delle maschere e dei gruppi storici del territorio regionale. Il cuore della manifestazione sarà il villaggio allestito a Piazza del Popolo dove verrà realizzata una scenografia basata su un allestimento scenico ispirato alle tribune cinquecentesche. Sempre all’interno del Villaggio, sarà predisposto uno spazio ristoro che offrirà prodotti enogastronomici del Lazio e della Toscana, in omaggio al gemellaggio italiano. I bambini, veri protagonisti di queste giornate, avranno qui un loro punto food. Una proiezione video architetturale animerà la facciata di Porta del Popolo, lato Piazza del Popolo, contribuendo alla colorata festa del Carnevale Romano 2011. L’azione visiva potrà essere ammirata da tutti gli astanti e vista da tutta via del Corso, dal tramonto fino alla fine degli eventi serali. Verranno utilizzate tecniche di mapping 3D che garantiranno un gioco di effetti di forme e colori, ideati per sorprendere e stupire lo spettatore.

Sarà la grande sfilata di apertura ad aprire le danze alle 17.30 del 26 febbraio. Da Piazza del Popolo, dove aveva origine la Corsa dei berberi, prenderà il via una sfilata che avrà come protagonisti il cavallo, figuranti in costume, attori della commedia dell’arte, artisti equestri, carrozze, i rappresentanti di enti ed associazioni equestri, gruppi storici, compagnie teatrali nonché la prestigiosa presenza dei corpi militari che hanno fatto la grande storia della cavalleria italiana.

Ogni pomeriggio, esclusi il 4, il 5 e il 6 marzo, tra le 15.00 e le 19.00 si svolgeranno nelle aree di Piazza del Popolo, Piazza Navona, Piazza di Spagna e Via del Corso attività di animazione e teatro di strada, intrattenimento equestre, spettacoli di commedia dell’arte, sfilate in costume e altre tipologie di spettacolo dal vivo. La Bella e la Bestia, il musical di Stage Italia, che al teatro Brancaccio di Roma ha raggiunto il record di 150.000 spettatori, sarà presente il 28 febbraio dalle ore 20.00 con un’esibizione, della durata di venti minuti, nell’arena di Piazza del Popolo.

sfilata inaugurale

L’Arte Equestre, in forma di intrattenimento e backstage, sarà presentata il 4 marzo dalle ore 15.30, mostrando una carrellata delle esperienze di vita ed artistiche di alcuni tra i grandi protagonisti del mondo equestre nazionale e di alcuni esordienti vogliosi di esporsi, nonché degli ospiti internazionali presenti allo spettacolo. Nella giornate successive a piazza del Popolo, il 5 e 6 marzo alle ore 19.00, si potrà assistere alle prove dello spettacolo “I cavalli di Roma”. E’ uno spettacolo di livello internazionale che rende omaggio alla grande tradizione rinascimentale dell’arte equestre italiana con numeri di volteggio acrobatico, lavoro in libertà ai suoi massimi livelli, di dressage e in Alta scuola, con caroselli dei butteri e i Lancieri di Montebello.

Il 5 marzo sarà, invece, la “Giornata dell’orgoglio buttero”, con la presenza umana ed equestre delle realtà “butteresche” più significative della nostra regione, ripercorrendo le tappe della grande storia della Maremma e dei butteri. Il Carnevale romano è anche e soprattutto rivolto ai bambini. Infatti, le domeniche del 27 febbraio e del 6 marzo alle 9.30 i bambini dai 4 anni in su potranno sperimentare l’emozione di salire su un pony lungo un percorso allestito nel ring della piazza, assistiti da animatori esperti. Nelle stesse due domeniche, dalle 13.00 alle 15.00, sono previsti ludi gladiatori, scuola gladiatori per bambini e scuola danze antiche a cura del Gruppo Storico Romano. La domenica del 6 marzo una grande sfilata di carri, in un contesto colorato e ricco di coreografie, animazioni e saltimbanchi, trampolieri, mangiafuoco e artisti di strada, partirà da Piazza della Repubblica e percorrerà tutto il centro storico per ritornare poi sempre a piazza Esedra.

Una presenza d’eccezione in queste giornate di festa sarà quella del Carnevale Latino Americano a Roma. Gruppi di danza e musica, rappresentativi di Ecuador, Perù, Colombia, Bolivia, Messico, Panamá, Guatemala, Venezuela, Honduras, Brasile e Paraguay, domenica 6 marzo dalle 14 alle 17.30, animeranno le strade da Piazza Venezia passando per i Fori Imperiali fino all’Arco di Costantino al Colosseo. Gran finale la sera dell’8 marzo con giocoleria e commedia dell’arte a piazza del Popolo. A seguire, dalla terrazza del Pincio, un grande spettacolo di fuochi d’artificio, sorprendenti scenografie pirotecniche dell’architetto Giovanni Paolo Panini, ricordato per le sue splendide vedute di Roma, ma in pochi sanno che fu spesso chiamato da nobili e re per costruire mirabolanti macchine pirotecniche da cui poi partivano spettacolari fuochi d’artificio. Il programma è ricco di emozioni per tutti..Buon divertimento!

di Chiara Campanella

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews