Al via la stagione dei piccoli al Teatro Vascello di Roma

cappellaio-evidenza

Inizia la stagione dei più piccoli al Teatro Vascello di Roma. Si è partiti con Alice nel Paese delle Meraviglie il week end scorso per proseguire poi con tantissime proposte e spettacoli per i bambini.

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE: dagli intramontabili romanzi di Lewis Carroll Alice è stato un adattamento teatrale che ne conserva il fascino dell’ambientazione sospesa nel mondo del sogno. Una commedia musicale con canzoni composte per l’occasione da Michele Piersanti, arricchita dall’uso delle maschere di cartapesta e dalla commistione di teatro d’attore e teatro di figura. Una commedia musicale, con musiche e canzoni composte per l’occasione, adatta a tutte le età.

GLI SPETTACOLI A SEGUIRE: il 7 e 8 dicembre sarà la volta del Mostro del Parco, uno spettacolo sul tema del riciclo. Costruiamo un burattino e invitiamo i bambini a portare un vecchio pezzo di stoffa colorata, come una gonna, una maglietta, un vestito o dei pantaloni che non si usano più, al termine del laboratorio i bambini avranno un Burattino!

Durante le vacanze natalizie andrà in scena Un insolito Natale (21, 22, 28, 29 dicembre 2019 e 4, 5, 6 gennaio 2020), uno spettacolo di burattini. Un classico di Natale, una storia di grande impatto emotivo sia per i bambini che per gli adulti. Un viaggio nell’incredibile atmosfera natalizia, un grande insegnamento per tutti. Una favola magica quanto reale in cui il Signor Scrooge, un uomo egoista, avido e abbrutito dai cattivi sentimenti, ha un’unica possibilità per raggiungere la felicità e la serenità di cuore attraverso l’incontro con tre spiriti: lo Spirito del Natale passato, lo Spirito del Natale presente e lo Spirito del Natale futuro. Una favola di Natale dove la speranza non ci abbandona mai e ci conduce verso l’amore e la luce che caratterizza proprio questa festa che dobbiamo portare sempre con noi, anche in tutti gli altri giorni dell’anno.

Il 1, 2, 8, 9 febbraio 2020 sarà la volta di Se il nonno diventa un gatto raccontami una storia, uno spettacolo per festeggiare i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari. Da questa riflessione nasce il progetto “Se il nonno diventa un gatto – raccontami una storia”. Nel suo libro “La grammatica della fantasia” Gianni Rodari ci spiega come far ripartire questo meccanismo nei bambini (a me piace vedere la fantasia e l’immaginazione come dei muscoli che vanno esercitati se non vogliono diventare solo una zavorra), basta dare semplici regole di base e il bambino farà tutto da solo.Abbiamo scelto le storie di Rodari e le vogliamo regalare ai bambini così come sono. Senza scenografie, costumi e immagini. Solo la parola e qualche suono. Ai bambini chiediamo di mettere in moto il loro muscolo dell’immaginazione e disegnare quello che hanno sentito.

Peter Pan sarà in scena invece 15 e il 16 febbraio. Il Peter Pan dell’associazione culturale “Nomen Omen” intende recuperare il più possibile l’opera originale di James Matthew Barrie che, pur essendo stata composta e inscenata nel lontano 1904, mantiene viva e inalterata la sua freschezza e la sua complessità. Allontanandosi dalle atmosfere di disneyana memoria, che caratterizzano la maggior parte delle repliche contemporanee, la compagnia dedica ai suoi piccoli spettatori uno spettacolo originale e innovativo sotto vari aspetti. Lo spettacolo ha esordito nel 2008 al teatro Vascello di Roma totalizzando, nelle dieci repliche previste, circa 3000 spettatori e nel 2009 ha inaugurato l’anno con 830 presenze al Teatro Italia.

Marzo è il mese di Pinocchio, il 21 e il 22 marzo. “Cosa accadrebbe se le bambole di pezza della stanza dei bambini si animassero? Cosa accadrebbe se, per gioco, si divertissero ad interpretare delle storie? E se, per una sera la scelta cadesse sulla storia di Pinocchio? L’emozionante classico raccontato attraverso il gioco degli attori, la magia delle ombre e le note della musica dal vivo. Sono queste le caratteristiche del classico collodiano dal punto di vista della Nomen Omen: il palcoscenico si trasforma nella stanza dei giochi, dove gli attori-bambole, costantemente in scena, vestono i panni dei personaggi del celebre romanzo riadattato nel rispetto dell’originale. L’atmosfera giocosa coinvolgerà direttamente la platea, servendo, ai piccoli spettatori e non solo, l’emozione del contatto immediato con la scena.

La stagione si chiude con Nonna Nonna, arriva il lupo!, in scena il 28 e 29 marzo e il 4 e 5 aprile. C’era una volta (e c’è ancora) una bambina che doveva crescere, ma per farlo doveva superare un ostacolo che, ahimè, era il più difficile di tutti: distinguere il bene dal male, i buoni dai cattivi. Cammina cammina di incontri se ne fanno tanti, quelli che ci lasciano indifferenti e quelli che nel bene e nel male ci segnano a vita. Cappuccetto rosso, come ogni bambino, deve fare una scelta: come affrontare ogni incontro? Come far finire ogni storia? Come distinguere gli incontri buoni da quelli cattivi? Come difendersi dagli sconosciuti che cercano deliberatamente di “mangiarci”? Lasciamo che i bambini si stupiscano ancora di questa storia, lasciamoli stupirsi di loro stessi e delle loro scelte, solo così si metterà in moto il desiderio della scoperta che ha come conseguenza la creatività.

Buon divertimento a tutti!

                                                                                                                                Chiara Campanella

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews