Al teatro Cometa OFF di Roma la commedia di Cechov

proposta

Finalmente dopo tanto desio e  attesa si ritorna a teatro.

E in scena  al Cometa OFF, il piccolo teatro nel cuore del quartiere Testaccio a Roma c’era, fino a domenica scorsa,  Proposta di Matrimonio diretto da  Marinè Galstyan  e interpretato  da Giorgio Lupano, Enrica Pintore (una coppia questa nota al grande pubblico anche per alcuni lavori televisivi tra cui il Paradiso delle Signore) e Ermanno De Biagi.

La commedia  è  un atto unico della durata di un’ora e mezza, un susseguirsi di equivoci e gag,  ambientata in un tempo lontano, un mondo rurale quasi ancestrale,  in cui le regole del vicinato e del pettegolezzo scandivano una imperturbabile vita contadina. In questo scenario campestre l’ipocondriaco, goffo e ansioso Ivan Vasilevic Lomov si presenta in casa del possidente Stepan Stepanovic Cubukov, suo vicino di casa per chiedere in sposa la figlia Natalia. Ma fare la proposta è tutt’altro che semplice! Tra ruggini mai sopite con il vicino e confini e proprietà di pascoli e terre mai ufficialmente  delineate, Natalia,  renderà ardua l’impresa di chiedere la sua mano all’orgoglioso pretendente. Dimostrando un carattere, forte, determinato, a tratti prepotente come l’aspirante sposo. Infatti, quest’ultima ignora il  fatto che Ivan Vasilevic voglia chiederla in sposa,  ma è convinta che egli sia lì solo per un accordo commerciale, hanno inizio così  tutta una serie di battibecchi e litigi legati agli affari di famiglia, per un piccolo cosmo fatto di beni materiali e prosaici,  per approdare allo scoppiettante evento finale …a dimostrazione del fatto che a volte anche nel litigio si possa trovare  un compromesso.

Molto bravi gli interpreti a rendere piacevole questa rappresentazione: infatti un’ evidente complicità tra gli attori e il pubblico ha reso l’atmosfera ancora più godibile. Un altro aspetto sicuramente amabile è stata la consegna alla platea di una bustina di riso, che è un chiaro preludio a quello che avverrà alla fine, coinvolgendo gli spettatori fino al lieto epilogo.

A conclusione il ‘pensiero poetico’ che assale è che tutto questo ci era mancato tanto e, a dimostrazione di ciò, c’era la platea gremita di spettatori divertiti per tutto lo spettacolo.

Pamela Cocco

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

I coupon di Wakeupnews