Aiutare la cultura comprando una poltrona in teatro

D'ora in poi sarà possibile personalizzare la propria poltrona a teatro

D’ora in poi sarà possibile personalizzare la propria poltrona a teatro

L’investimento nella cultura sta subendo, oramai da anni, una grave battuta d’arresto, costringendo strutture ed istituzioni teatrali, cinematografiche, librerie e non solo, a trovare altri metodi di finanziamento e sostentamento per mandare avanti le loro importanti e necessarie attività.

IL PROPRIO NOME A TEATRO - Un nuovo rimedio, da cui immediatamente ne è scaturita una curiosa moda, è nato dalla possibilità di acquistare una poltrona in teatro, dandogli il proprio nome oppure quello di un’altra persona a cui si vuole dedicare il posto personalizzato. Questa iniziativa si sta diffondendo in tutta Italia e molti sono i teatri che hanno deciso di mettere in vendita le loro prestigiose sedie imbottite, per racimolare qualche finanziamento proveniente direttamente dagli spettatori.
Il Teatro Carlo Felice della città di Genova ha messo a disposizione delle deliziose targhe in ottone, da far incidere con il nome scelto dal compratore, che, per cinque anni, saranno apposte sulle poltrone; mentre a Milano è il Teatro Franco Parenti a mettere a disposizione le sue seggiole. Il Teatro Eliseo di Roma, a sua volta, ha selezionato circa 700 posti per gli acquirenti e, di queste, numerose sono state dedicate a grandi attori della tradizione italiana come Ugo Tognazzi, Franca Valeri, Nino Manfredi, Oreste Lionello e numerosi altri; sempre a Roma si potrà incidere il proprio nome anche al Teatro dell’Angelo.

UNA MODA INTERNAZIONALE - Questa lodevole iniziativa prende spunto dalla medesima in voga già da diverso tempo sui diversi palchi mondiali. Ad esempio il Royal National Theatre di Londra ha selezionato un ingente spazio, mettendo a disposizione dei paganti, per quindici anni, poltrone e parti di pavimentazione; anche il Globe Theatre, della stessa città, ha aderito al progetto con grande entusiasmo. In numerosi teatri sarà possibile anche apporre il proprio nome affianco a quello di grandi celebrità, come allo Strand Theatre della Georgia, ospitante le firme di Joanne Woodward e Paul Newman.
Il progetto è curioso e simpatico e, grazie alla personalizzazione delle sedie da parte degli amanti dell’arte dello spettacolo, potrà garantire una ventata d’aria fresca alle casse dei teatri.

Alessia Telesca

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews