Airbus: Santanché e Sallusti con ‘Schettinen’, le vergogne italiane

Vergognosa prima pagina del Giornale. Il titolo 'Schettinen' per commentare la vicenda di Andrea Lubitz. Dopo la Santanchè, l'infelice commento di Sallusti

schettinen

GERMANIA - “Dio li fa e li poi li accoppia”. Mai proverbio fu più calzante per la coppia Daniela Santanché e Alessandro Sallusti, uniti nella vita e nel farci vergognare delle cariche che ricoprono: una in Parlamento e l’altro direttore di un quotidiano nazionale. Ieri il tweet capolavoro della Santanchè, in grado di metterla in ridicolo davanti a tutto il web non solo per l’aria ‘vagamente’ omofoba della scritta “che origini hanno i piloti dell’autobus caduto???” ipotizzando che ai comandi dell’aereo potessero evidentemente esserci dei terroristi, ma anche per la confusione fatta tra «airbus» e «autobus».

Ma nulla, davvero nulla se messo a paragone al titolo in prima pagina scelto dal quotidiano diretto da Sallusti che, come la maggior parte degli altri quotidiani, apre sulla tragedia dell’Airbus Germanwings. Viene da chiedersi sotto quali droghe fosse il titolista che ieri sera ha partorito il titolo “Schettinen” paragonando il gesto folle del copilota del volo, Andreas Lubitz, a quello di Schettino, il comandante del Costa Concordia. Una tragica ironia accompagnata dalla polemica riaccesa per l’occasione da Alessandro Sallusti sullo scontro con il Der Spiegel quando la nave da crociera affondò davanti all’Isola del Giglio.

DAL COPILOTA LUBITZ AL CAPITANO SCHETTINO – Perché Schettinen? Cos’hanno in comune Francesco Schettino e Andreas Guenter Lubitz, il copilota dell’airbus Germanwings schiantatosi in Francia? Nulla ovviamente. Il direttore de Il Giornale ha semplicemente scelto il momento peggiore per rispondere ‘pan per focaccia’ ai tedeschi, risollevando una vecchia rivalità tra Italia e Germania che dovrebbe solo che sopire e trasformarsi in solidarietà davanti a fatti come questi.

tweet daniela santanchè

Il paragone, oltretutto, è davvero un po’ troppo azzardato. La tragedia della Costa Concordia è avvenuta per distrazione del capitano, lasciando perdere tutto il resto, mentre il copilota del volo tedesco ha scelto deliberatamente di schiantarsi sulle montagne e di uccidere se stesse e tutti i passeggeri. Tutto questo solo per il gusto di poter rispondere ai tedeschi che avevano duramente criticato l’Italia nella gestione della vicenda Concordia. Cosa che peraltro Sallusti aveva già fatto.

I FATTI - All’epoca, come ricorda Gad Lerner,   Il Giornale titolò “A noi Schettino, a voi Auschwitz” per rispondere ad un commento del giornalista del Der Spiegel Jan Fleischauer, frutto di una pessima traduzione pessima e dell’incomprensione dello stile paradossale usato dal giornalista. Oggi Sallusti, che termina l’editoriale con questa frase proverbiale “Che i tedeschi imparino la lezione. Ogni popolo deve fare i conti con le proprie vergogne e i propri eroi”, riapre quella polemica in compagnia di Libero, che ha titolato in prima pagina “Criminale lui e quelli che l’han fatto volare – Vergogna tedesca”, puntando il dito contro chi aveva dato al giovane Lubitz l’idoneità a pilotare un aereo.

Valentina Gravina

@valegravi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews