Afghanistan, donne in bici per la libertà

Afghanistan: la squadra di ciclismo femminile afghana si allena con Shannon Galpin sognando le Olimpiadi giapponesi del 2020 e la libertà

www.bicizen.it

Alcune componenti della squadra afghana di ciclismo femminile insieme a Shannon Galpin

Kabul -  L’Afghanistan è un Paese che attua una politica di dura repressione contro le donne: matrimoni precoci e forzati, stupri,  segregazione, divieti di ogni sorta sono solo alcune delle condizioni tipiche delle donne afghane. Tuttavia, di recente, un gruppo di donne afghane ha fondato la prima squadra di ciclismo femminile, il cui obiettivo è quello di partecipare alle Olimpiadi giapponesi del 2020.

LA NASCITA DELLA SQUADRA – Tutto è nato quando Shannon Galpin, che ha pedalato per i 225 chilometri della Valle del Panijshir in Afghanistan aggiudicandosi per questo (e per il volontariato umanitario) il titolo di National Geographic Adventurer 2013, ha destato la curiosità degli uomini afghani che la vedevano pedalare senza sosta per i villaggi afghani. Essendo una straniera, gli uomini non si offendevano se Shannon si fermava a guardarli pescare o lavorare, fino a che non la invitarono a pescare e a parlare con loro. Da allora, era il 2008, ha instaurato una sorta di rapporto amichevole con gli uomini afghani che le ha permesso di incontrare anche le donne, tenute segregate in casa. Poco a poco, parlando con loro, si è resa conto che avevano una immensa voglia di provare la libertà, quella sensazione a loro così poco familiare, senza scendere in strada per cercare di cambiare il mondo. Quale modo migliore per provare un senso di libertà se non pedalando attraverso paesaggi suggestivi? Così è nata la prima squadra di ciclismo femminile afghana, aiutata e supportata dalla squadra di ciclismo maschile.

LA SQUADRA DI CICLISMO FEMMINILE AFGHANA – Attualmente, le donne afghane che fanno parte della squadra di ciclismo sono 45, tutte iscritte all’unione internazionale di ciclismo e il loro obiettivo è quello di gareggiare alle Olimpiadi che si terranno in Giappone nel 2020. Shannon Galpin, intanto, che ha reso nota questa storia a Roma durante la conferenza Rebirth, presentata da Laura Boldrini, sta lavorando ad un altro progetto: il documentario Afghan Cycles.

Mariangela Campo

Foto: www.bicizen.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews