Addio oculista, ci pensa lo smartphone

smartphone oculista

Lo sviluppo tecnologico è all’ordine del giorno, sempre più la tecnologia si mette a servizio della salute. È di questi giorni la notizia di smartphone creati appositamente per aiutare medici a fare diagnosi oculistiche, anche a distanza, arrivando in quelle zone in cui non è possibile trasportare macchinari ingombranti e assai costosi.

BASTA UN CLIC – L’idea dello smartphone che diagnostica le malattie oculistiche  grazie alla fotocamera è stata di un team di ricercatori della Stanford University in California. In pratica si tratta di smartphone che montano fotocamere ad altissima risoluzione in grado di ottenere fotografie anche della parte posteriore dell’occhio. In questo modo si ridurrebbero notevolmente i costi e il tempo che oggi si impiega per diagnosticare malattie dell’occhio importanti come, ad esempio, il distaccamento della retina.

L’INSTAGRAM DEGLI OCCHI –
 Pensate ad un Instagram degli occhi, adattare gli smartphone per fotografare l’occhio significa rivoluzionare i servizi nel settore oftalmologico e fornire cure anche nei luoghi meno accessibili » ha spiegato Robert Chang, uno dei medici che ha partecipato alla ricerca. Non solo, questa nuova risorsa, permetterà autonomia al paziente come spiega il dottore David Myung, tra i cordinatori del team, non sarà più necessario recarsi dall’ottico basterà scattarsi una foto agli occhi ed inviarla al proprio oculista.

LO SMARTPHONE A SERVIZIO DELLA MEDICINA – Gli smartphone sono già utilizzati in campo diagnostico, possono infatti misurare la temperatura corporea, la pressione e anche la glicemia per inviare tutti i dati al proprio medico nel minor tempo possibile. La società californiana, AliveCor ha addirittura iniziato a sviluppare un’applicazione che consente di visualizzare il proprio battito cardiaco avvicinando lo smartphone al petto. In questo modo, anche il paziente più pigro, che non ne vuole sapere di andare dal medico è incentivato a non sottovalutare i sintomi e a chiedere informazioni, molte volte anche salvandosi la vita.

Serena Prati 
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews