Addio a Margherita Hack, l’astronoma che non temeva la morte

margherita hack

Margherita Hack (1922-2013)

Alle 4.30 di questa mattina, Margherita Hack è deceduta all’ospedale di Cattinara dove era ricoverata da una settimana. L’astrofisica italiana aveva compiuto il 12 giugno scorso 91 anni e si trovava in ospedale da una settimana in seguito a gravi problemi cardiaci che la affliggevano da tempo.

Per sua precisa volontà del ricovero si è appreso solo oggi, in seguito alla morte. Sempre per scelta della donna nulla si sa del giorno e dell’orario del funerale, che si svolgerà in forma privata, senza alcun rito o funzione religiosa.

Negli ultimi momenti di vita, al suo fianco  c’erano il marito Aldo, con il quale era sposata da 70 anni, Tatiana la donna che la assisteva da tempo, la giornalista Marinella Chirico, sua amica personale e il responsabile del polo cardiologico, Gianfranco Sinagra. Proprio Marinella Chirico ha confidato che l’astrofisica ha comunque vissuto questi momenti con “leggerezza”, in linea con la sua personalità e il suo modo di essere, nonostante i problemi cardiaci dei quali soffriva da tempo “fossero molto pesanti”.

Scienziata di fama mondiale, nata a Firenze, la Hack era considerata una delle astrofisiche italiane più importanti e  ”madre nobile” della divulgazione scientifica nel Paese. La Hack è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia e ha dato un forte contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte categorie di stelle. Era membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Unione Internazionale Astronomi e della Royal Astronomical Society.

Sul web si ricorrono messaggi di cordoglio ed enorme dispiacere per la morte della donna, molti convergono sul fatto che da oggi “il cielo avrà una stella in più”. Nonostante le buone intenzioni dei più, ci viene il dubbio che la donna non sarebbe stata d’accordo, vista la sua battaglia per l’ateismo, anche politico. Del resto, anche della morte l’astronoma non aveva paura. «Quando ci sono io non c’è la morteconfidava all’amica giornalista - e quando c’è la morte non ci sarò io».

Dominga D’Alano

foto: cct-seecity.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews