Abusava delle nipoti di 7 e 4 anni. Arrestato ex poliziotto di 60 anni

Uno zio 'orco' è stato arrestato con l’accusa di abuso sessuale sulle nipoti di 7 e 4 anni. Le violenze avvenivano durante i suoi soggiorni in Sicilia

abuso

(coe.int)

Abusava sessualmente delle sue due nipoti di 7 e 4 anni. Questa l’accusa contestata a un uomo di 60 anni, ex appartenente alle forze dell’ordine, attualmente in congedo.  A seguito delle indagini, l’uomo è stato arrestato della squadra mobile di Catania e sottoposto a custodia cautelare in carcere dai colleghi della Questura di Milano.

IL REATO – Gli orrendi e ripetuti episodi di abuso sessuale su minori avrebbero avuto luogo durante i suoi consueti periodi di villeggiatura in Sicilia, in occasione delle feste natalizie o durante le vacanze estive, ovvero quando l’uomo – ex poliziotto, oramai fuori servizio – era solito lasciare Milano, città in cui risiede, per recarsi nel Catanese a trovare la famiglia. Pare,dunque, che dietro i soggiorni in Sicilia dello zio – apparentemente leciti e graditi – ci fosse un movente decisamente raccapricciante: privare due bambine, ancora in tenera età, della loro innocenza.

LA DENUNCIA DELLA MADRE – Le due sorelline, vittime della violenza esercitata dallo zio, dopo aver taciuto e sopportato per lungo tempo, hanno finalmente deciso di rompere il silenzio e di raccontare alla mamma ciò a cui erano costrette. Dopo aver dato ascolto alle atroci confidenze delle figlie, la donna – nonostante le pressioni di alcuni familiari che avrebbero voluto sotterrare la vicenda in modo da evitare che venisse data in pasto all’opinione pubblica – ha denunciato tali oscenità alla polizia. Il coraggio angustiato della madre ha quindi sottratto le sue due creature alla morsa ripugnante di colui che, indossando la maschera di un amorevole zio, nascondeva invero le sembianze di un orco.

LE INDAGINI – Le operazioni investigative della Squadra Mobile di Catania, coordinate dal procuratore aggiunto Marisa Scavo e dal sostituto Laura Garufi, hanno ben presto ottenuto riscontri determinanti. Grazie alle dettagliate ricostruzioni delle due bambine, adeguatamente assistite da una neuropsichiatra infantile, il molestatore è finito in manette. Su richiesta della Procura, il Gip ha emesso ed immediatamente eseguito la misura cautelare in carcere.

Antonietta Mente

@AntoMente

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews