A Pechino viaggi gratis in metropolitana se ricicli la plastica

Pechino premia gli utenti della metropolitana attenti all’ambiente. Nella capitale cinese è possibile avere un biglietto valido per un viaggio sulle 8 linee metropolitane che toccano 105 stazioni, in cambio di 20 bottiglie di plastica.

Attualmente, in questo progetto che coniuga la mobilità all’ecologia, sono coinvolte solo alcune stazioni della linea 10, dove sono stati installati gli «spazzini automatici», raccoglitori di bottiglie usate e vuote. Questi provvedono, oltre alla raccolta, anche alla compressione delle bottiglie che raggiungono un terzo del loro formato prima di essere spedite in aziende locali per i passaggi successivi del processo di riciclaggio. In questo modo oltre a ridursi sensibilmente il prezzo relativo alla raccolta di questi rifiuti si cerca di limitare la quantità di bottiglie di plastica abbandonate in Cina, che è stimata essere pari a circa 3 milioni di tonnellate.

L’idea di base è quella di generare un circolo virtuoso: i pendolari attivati sulla tematica del riciclaggio della plastica, vengono motivati dalla possibilità di ricevere un compenso economico per un’azione giusta. Dopo aver inserito la bottiglia nel raccoglitore è possibile decidere se donarla o ricevere un credito di 0,1 yuan che corrispondono a 1,5 centesimi di dollaro. Dopo questa operazione la macchina offre la possibilità di ritirare una ricevuta che indica il numero di bottiglie riciclate e quindi il credito esistente. Ciascuna di questa macchine è dotata di un sistema intelligente in grado di riconoscere la plastica da altri rifiuti e di allertare in caso di guasto o se piena. Inoltre queste macchine raccoglieranno informazioni su quali tipi di bottiglie vengo riciclate e  queste serviranno come primo studio per richiedere al governo l’introduzione di nuove politiche che aiutino le aziende operative in questo particolare settore. L’introduzione graduale di questi raccoglitori di bottiglie di plastica, iniziata alla fine dello scorso anno, dovrebbe concludersi entro al fine del 2013 coprendo ogni fermata della rete metropolitana.

Considerando il possibile impatto ambientale e sociale, si sta già pensando alla possibilità di estendere questo progetto anche alle fermate di altri mezzi di trasporto come i bus.

Antonella Nalli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews