A letto con la 18enne: consigli tragicomici per la gestione della prestazione

In American Beauty un maturo Kevin Spacey si invaghisce di un’adolescente

Inutile negarlo, ai maschietti viene spesso rinfacciato di essere alla continua ricerca di ‘carne fresca’, di una compagna giovane, a cui l’inesorabile trascorrere del tempo non abbia ancora spento gli audaci desideri e soprattutto segnato il fisico con le più temute e temibili conseguenze della ‘decadenza’, dalle smagliature alle rughe, passando per tutte le peggiori sventure che possano capitare ad un corpo femminile: pelle a buccia d’arancia, avambracci cascanti (il tristemente noto effetto pellicano), glutei appesantiti (coulotte de cheval), seni cascanti, ginocchia adipose.

Care lettrici non incupitevi per la sfacciataggine di tale impietoso elenco, sono i nomi con cui tante volte noi uomini abbiamo sentito definire – da amiche, fidanzate, sorelle, cugine – quelli che nel nostro orizzonte erano solo naturali trasformazioni del vostro fisico. Lasciatevelo dire, spesso siete proprio voi i peggiori giudici di voi stesse!

Ma torniamo al punto. I dati di sondaggi e statistiche varie parlano di un progressivo abbassarsi dell’età del primo rapporto sessuale, assestata allo stato attuale intorno ai 17 anni, appena di meno per i ragazzi, appena di più per la fanciulle. Prestando fede ai numeri parrebbe quindi concreta la possibilità di imbattersi, prima o poi, in un incontro sessuale con una neo-maggiorenne perché – a noi uomini piace crederlo – mica tutte vorranno sperimentare il sesso soltanto con i propri coetanei. Insomma qualche 18enne (e la vicenda Ruby è esemplare in questo senso) che cerchi nell’uomo con cui condividere il letto qualcosa di più in termini anagrafici e di esperienza può capitare a chiunque, magari anche senza essere ricchi e potenti, caratteristiche che coadiuvano non poco nell’avverarsi di tale evenienza.

Il primo passo è conquistarla. Come? Il ventaglio di consigli che l’uomo maturo può trovare sul web – ormai campo privilegiato per la ricerca di qualsiasi tipo di informazione – è a dir poco infinito, ma quelli che spiccano come davvero ‘infallibili’ (e irrinunciabili) si possono ridurre ad un semplice decalogo. Prima di tutto non fare finta che la differenza di età non ci sia: vietati giovanilismi fuori luogo che non contribuiscono ad altro che ridicolizzarci, quindi no ad abiti, atteggiamenti e ‘slang’ che non ci appartengono. Ricordarsi sempre che Emo si nasce, non si diventa! Da bandire anche l’opposto, ovvero l’enfasi sulla propria maturità: a qualcuno, senza fare nomi, può anche far piacere essere chiamato ‘Papi’, ma di norma è preferibile incarnare per la giovane preda qualcosa il più lontano possibile dal genitore.

Punti di forza di un corteggiatore con qualche anno in più della corteggiata sono la decisione e la sicurezza che questi deve saper dimostrare, insieme ad una galanteria d’altri tempi che le più giovani non sempre trovano nei ragazzi della loro età. Senza esagerare pare che il gentil sesso, sempre più alla ricerca della parità uomo-donna, sia ancora molto sensibile a carinerie che un tempo erano quasi d’obbligo, dall’offrire la cena al regalare dei fiori.

Lolita, emblema senza tempo dell’adolescente sensuale e provocante

Il vademecum continua con qualche dritta che, a dire il vero, suona valida a prescindere dall’età, come quella di evitare assolutamente la ‘zona amico’, perché offrire un supporto psicologico va bene, ma raggiungere quella situazione che tutti almeno una volta nella vita abbiamo controvoglia subito è altamente sconsigliabile a meno che non scatti dalla disinibita fanciulla la contromossa dello scopamico. Scontata anche la raccomandazione di non affrettare i tempi, con l’unica eccezione di una non forte, ma fortissima, differenza anagrafica. La considerazione, macabra, è che se una 18enne ha ancora tutta l’esistenza davanti, per un lui non proprio fresco di patente quello del tempo può essere fattore da non sottovalutare, una vera questione di vita…o di morte.

Che fare invece nel fatidico momento del rapporto? Qui, ovvio, molto dipende dal tipo di diciottenne. Non tutte saranno novizie del sesso alle prime armi, più imbranate che vogliose, né è scontato che la giovinezza ne faccia sperimentatrici delle più acrobatiche e rocambolesche posizioni da contorsionista. Più che andare a caccia delle ‘cose da fare o non fare’, più curioso e divertente segnalare un paio di cosette che forse, intrecciando una liason pornographique con una giovanissima, ci si potrebbe trovare a fare. L’indagine si sposta nel perverso mondo delle fantasie sessuali, ovvero che cosa piace e che cosa sognano le diciottenni? Dovendo scegliere ecco il podio dei desideri segreti delle donne italiane più pericolosi. Medaglia di bronzo: fare sesso col proprio capo. Questa fantasia pare interessare soprattutto le over25, e sembrerebbe quindi esulare dal caso affrontato, ma si tratta comunque anche della situazione meno rischiosa per l’uomo-partner attempato alle prese con una quasi ventenne, in fondo il capo potrebbe essere lui e si prenderebbero due piccioni con una fava!

Medaglia d’argento: fare sesso in luoghi pubblici. La faccenda si complica. Forse essere sorpresi a fare l’amore al cinema o nei camerini di un centro commerciale quando si hanno 18 anni può essere giudicato una ‘bravata’, quasi guardata con affetto per il senso di libertà e leggerezza che sprigiona, ma se uno dei due incauti amanti – uomo per di più – ha superato i trenta ecco che scattano i peggiori giudizi moralisti: pervertito! Pedofilo!

Ma la più insidiosa in assoluto è la medaglia d’oro, propria delle giovanissime: essere scoperti a fare sesso dai propri genitori.

Servono altri commenti?

Macho Man(cato)

Foto via:  http://www.allstarpics.net; paturnio.blogspot.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews