A Firenze torna “Ruralia”, la festa dell’agricoltura e delle tipicità a km zero

Firenze – La 16esima edizione di Ruralia, la fiera dell’agricoltura e delle tipicità agroalimentari organizzata a Pratolino dalla Provincia di Firenze e inizialmente in programma per questo fine settimana 25 al 27 maggio, causa maltempo è stata posticipata al 15-17 giugno. Ricco come ogni anno il programma della tre giorni, presentato in conferenza stampa dall’assessore provinciale all’Agricoltura Pietro Roselli e dal presidente dell’Associazione Regionale Allevatori Toscani Roberto Nocentini, protagonista dell’edizione 2012.

Tra le principali novità spiccano l’orario di apertura, che nei giorni di venerdì e di sabato è prolungato dalle 10 alle 22 (la domenica: 10-20), e la provenienza dei prodotti in mostra, che quest’anno sono esclusivamente a km zero, provenienti dal territorio di Firenze e provincia.

Villa Demidoff è la denominazione moderna di quello che resta della Villa Medicea di Pratolino e si trova nella località di Pratolino, in provincia di Firenze. La villa medicea vera e propria fu demolita nel 1822, ma in seguito venne acquistata dalla famiglia di origine russa dei Demidoff e che adibirono a nuova villa l’edificio secondario delle paggerie, ingrandendolo e ristrutturandolo. Il parco è uno dei più belli e vasti di tutta Italia, tra i più importanti nello stile all’inglese e, nonostante molte opere d’arte originarie siano state rimosse nel corso dei secoli, ne conserva ancora molte di rilevante interesse.

Tra queste si annovera: il Colosso dell’Appennino di Giambologna; la Fonte di Giove, la cui copia fu collocata dai Demidoff alla fine dell’Ottocento; le due mete di spugna; la Cappella, a pianta esagonale con loggiato esterno, in prossimità della quale è sepolta l’ultima principessa Demidoff; la Fonte del Mugnone, la cui statua fu scolpita sempre dal Giambologna; la Peschiera della Maschera, adibita anche a piscina e attrezzata per bagni caldi; la Grande Voliera; la Fagianeria; la Grotta di Cupido, costruita dal Buontalenti nel 1577; il Casino neoclassico di Montili, realizzato intorno al 1820 dall’architetto Luigi De Cambray-Vigny. In tutto il parco sono presenti alberi secolari, tra cui querce, farnie, cedri e ippocastani, veri e propri suggestivi monumenti naturali.

Il tutto sarà guarnito quest’anno da ghiotti prodotti: la salsiccia di chianina e le polpette di limousine, ma anche la frutta e la verdura freschissima dei 30 produttori del ”farmer’s market”, allestito per i tre giorni. E ancora: le tipicità mugellane, primo fra tutti il tortello, e i sapori più ricercati come il fagiolo zolfino. Protagonista dell’area ”I pratoni”, vicina all’ingresso principale, la zootecnia, sezione a cura di Arat (Associazione Regionale Allevatori Toscani). Divertimento assicurato per i bambini che potranno vedere in mostra bovini da carne, bovini da latte con dimostrazione di mungitura e caseificazione (in collaborazione con l’ Associazione Lattiero-Caseario del Mugello e Mukki Latte), pecore, maiali, cavalli, asini e muli.

Nel ”Farmer Market” si potranno trovare le specialità enogastronomiche delle aziende associate Cia e Coldiretti e un’ampia area ristorazione con i prodotti tipici del Mugello. La Locanda sarà scenario del “Borgo degli antichi mestieri” con le professioni del passato: cestaio, trottolaio, scalpellino, cuoiaio, lavorazione del vetro soffiato, arte del contadino, tradizione rurale, ferraio da cavallo sono solo alcune dei lavori da riscoprire a Pratolino. Tra le mostre più curiose visibili a Villa Demidoff anche una esposizione di funghi, licheni e frutti del bosco a cura del Coordinamento Micologico Regionale – Ispettorato Micologico Asl 10 e del gruppo Micheli di Firenze.

Negli spazi della Limonaia, della Fagianeria e nella Voliera saranno allestite inoltre una mostra di rettili esotici e di rettili ed anfibi tipici delle nostre campagne a cura della Fondazione Paolo Malenotti, del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze e del Dipartimento di Biologia. Sarà inoltre aperto al pubblico il centro erpetologico di Villa Demidoff, specializzato in anfibi e rettili e sarà visibile una mostra mineralogica e degli strumenti antichi del minatore a cura degli Amici Mineralogisti Fiorentini.

Nell’area del pratone di fronte al Gigante dell’Appennino – attualmente chiuso per lavori di manutenzione straordinaria – per i tre giorni esibizione di ”volantini” di colombaccio da campo a cura del Club del Colombaccio, Legambiente organizza attività per ragazzi, laboratori e caccia al tesoro. E ancora prove e minitorneo di tiro al piattello laser, esibizione e prove libere di agility e stand dell’associazioni Celiachia.

Buon divertimento, finalmente (forse) all’aria aperta!

Natalia Radicchio

Foto via www.discovertuscany.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews