24 marzo 2011: World Tb Day

Milano – Giovedì 24 marzo si celebrerà la giornata mondiale per la lotta alla tubercolosi (Tb o Tbc), una delle tre principali emergenze globali (insieme alla malaria e all’AIDS) che l’Oms sta cercando di fronteggiare ormai da tempo. 

La tubercolosi, malattia infettiva dalla pericolosità accertata, è sostenuta dal Mycobacterium tuberculosis ed ancora oggi continua a mietere milioni di vittime in tutto il mondo, specialmente nei Paesi in via di sviluppo.

Gli esperti fanno notare che sono in aumento le nuove forme di multiresistenza ai farmaci antitubercolari, soprattutto nell’Est Europa, arrivando a percentuali altissime nelle repubbliche caucasiche come l’Azerbaigian, o nell’Asia Centrale, dove si sono riscontrati casi di pazienti contagiati da un bacillo già in partenza resistente ai farmaci. E in queste Regioni si parla del 25-30% dei soggetti colpiti da Tbc: quindi un paziente su quattro, per non dire addirittura uno su tre, viene contagiato da un bacillo già di per sé multiresistente.

Anche in Italia la tubercolosi continua ad essere un problema attuale: i casi si concentrano soprattutto nelle Regioni più soggette all’immigrazione, come la Lombardia, che ospita più di un quinto degli immigrati presenti sul territorio nazionale, nel Lazio, in Piemonte, in Veneto ed in Emilia Romagna mentre, tendenzialmente, le Regioni del meridione sono meno colpite, anche se sussiste una sottonotifica.

Per sensibilizzare la popolazione sull’emergenza Tbc, dopo i recenti casi di tubercolosi scoperti tra gli alunni della scuola elementare Leonardo da Vinci di Milano, il 24 marzo la Loggia dei Mercanti (Milano) ospiterà un concerto di 12 ore, promosso dall’Associazione Stop Tb Italia Onlus per la campagna di informazione “Le suoniamo alla tubercolosi”; inoltre numerosi eventi saranno allestiti in tutta Italia, al fine di diffondere un’informazione corretta per la cura e la prevenzione della malattia, evitando falsi allarmismi.

L’Associazione Stop Tb Italia Onlus continua a fare advocacy per la lotta alla Tbc presso le autorità, la stampa e il grande pubblico, mentre il Centro di formazione permanente per la tubercolosi dell’Aipo (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri) promuove costantemente l’aggiornamento sulla patologia in campo medico, per mantenere alta la capacità di sospettarla, diagnosticarla e curarla correttamente.

 

Per maggiori informazioni, visitate il sito Stop Tb Italia.

Nadia Galliano

 

Foto || via lastampa, stoptb

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews