19 settembre 2010: 25esimo Anniversario della scomparsa di Italo Calvino

Il 19 settembre 1985 dicevamo addio ad un grande della letteratura italiana del nostro secolo.

di Veronica Leanza

Italo Calvino

Italo Giovanni Calvino Mameli fu un grande scrittore italiano. Nacque a Santiago de Las Vegas il 15 Ottobre 1923, e morì a Siena proprio il 19 settembre di 25 anni fa.

Durante la sua vita non si occupò soltanto di scrittura, ma fu un intellettuale di grande impegno politico, sociale e civile. Le  sue varie tendenze letterari abbracciano diverse tendenze (dal Neorealismo al Post-moderno), svolgendo però un personale percorso di ricerca.

Narratore italiano di quasi tutto il secondo Novecento, tra i suoi capolavori la trilogia dei racconti “I nostri antenati” che comprende i famosi racconti di Marcovaldo, Le cosmicomiche e Se una notte d’inverno un viaggiatore. Questa trilogia fu legata dalle riflessioni dell’autore sulla storia e sulla società contemporanea.

“ Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere (quando contano naturalmente). Perciò di dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all’altra. Mi chieda pure quel che vuol sapere, e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura!”

Così è scritto in una lettera a Gemana Pescio Bottino del 9 giugno 1973 dal nostro autore; ma noi qualche dato biografico lo abbiamo.

Calvino vive la sua infanzia a Sanremo. In questo periodo tendenzialmente fascista cresce serenamente e, negli anni tra il 1929 ed il 1933, egli diventa balilla, non potendo sottrarsi per via dell’obbligo scolastico.

Negli anni del liceo, stringe amicizia con un grande uomo politico: Eugenio Scalari. Una figura molto importante per la sua crescita letteraria.

Durante la guerra è costretto a lasciare la scuola ed arruolarsi; divenne Partigiano nelle Brigate Garibaldi.

Dopo il conflitto si iscrive alla Facoltà di Lettere di Torino e qui conosce Cesare Pavese. Inizia la sua carriera letteraria e comincia a lavorare con Il Politecnico, un periodico diretto dal grande Elio Vittorini. Grazie a lui comincia a frequentare dei grandi della letteratura tra cui Natalia Ginzburg, Franco Venturi , Delio Cantimori ecc.. .

Scrive in diversi ambiti letterari e sociali. Collabora con diverse riviste e tramite questi giornali pubblica i suoi primi racconti tre cui La formica argentina e qualche novella del Marcovaldo.

Nel 1951 scrive Il visconte dimezzato e I giovani del Po. Nel novembre del 1956 esce una raccolta di fiabe popolari a cui Calvino teneva particolarmente e che lo avevano appassionato molto.

Il cavaliere inesistente

Insieme a Vittorini, nel 1959 fonda Il Menabò, una rivista letteraria che non aveva periodicità fissa; poteva uscire dalle due o al massimo, tre volte l’anno. Nello stesso anno parte per un viaggio negli Stati Uniti e pubblica Il cavaliere inesistente.

Diventato ormai una grande figura letteraria, viene chiamato spesso in giro per l’Europa, per presenziare a diverse conferenze o dibattiti. Nel 1962 è a Parigi e conosce quella che diverrà sua moglie: la traduttrice argentina Esther Judith Singer. Si sposeranno nell’Avana nel 1964.

Tra molte delle sue opere troviamo: La giornata di uno scrutatore e La speculazione edilizia, entrambi del 1963; Il Barone Rampante (1957); Racconti del 1958; I nostri antenati (1960); Ti con Zero (1968); Le città invisibili (1972); Il castello dei destini incrociati (1973); Palomar (1983); Collezione di Sabbia e Cosmicomiche Vecchie e Nuove entrambi del 1984, un anno prima della sua morte.

Oltre anche ad alcune pubblicazioni postume: Sotto il sole giaguaro del 1986; Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio e Sulla fiaba, del 1988; La strada di San Giovanni, Perché leggere i classici,Prima che tu dica “pronto” ed Eremita a Parigi, pubblicati tutti dal 1990 al 1994.

A Sanremo, l’Assessorato alla Cultura Di Meco, ha preparato una serie di iniziative che si svolgeranno tra il 18 ed il 19 settembre dedicate al grande autore.

Il programma si articolerà in diversi filoni: alla Biblioteca Civica allestimento della mostra “Calvino e le sue radici”, con immagini del giovane Calvino a Sanremo, che sarà arricchita da documenti e libri originali dello scrittore; attività didattica per la valorizzazione di progetti delle scuole ; letture calviniane; percorsi calviniani; spettacoli teatrali sullo scrittore e sulle sue opere rivolti a ragazzi e adulti.

Ma anche Torino, città che l’autore considerava “la sua città”, per ricordarlo degnamente, gli ha organizzato due giorni in sua memoria: in piazza San Carlo si terrà una serata con «La vita di Italo Calvino raccontata da lui medesimo»; domani invece passeggiata letteraria. E poi, ognuno dei 148 librai ed editori presenti ai Portici di carta presenteranno il volume di Calvino che ritengono il migliore. Particolarmente intenso anche il programma culturale con la presentazione dei nuovi libri del sindaco di Torino, Sergio Chiamparino. Ci sarà la presentazione del romanzo della scrittrice Italo-Albanese Ornela Vorpsi ed un dibattito sul futuro della nostra lingua tra due insigni linguisti italiani, Luca Serianni e Gianluigi Beccarla

Domenica 19 un viaggio alla scoperta dei luoghi più significativi di Calvino a Torino, sotto la guida del giornalista Piero Bianucci. Il ritrovo è alle 10 davanti la sede dell’Einaudi, dove Calvino lavorò per parecchio tempo.

Due giorni davvero pieni di eventi emozionanti e significativi.

FOTO VIA: www.raysawhill.com; http://letture.wordpress.com/; http://www.oasidellibro.it/


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews