125 e Moto2: prima vittoria per Cortese; torna al successo Iannone

 

Andrea Iannone (andreiannone.com)

Brno –  Si riaccende sul tracciato ceco la lotta per il titolo in 125. Con Nico Terol fuori dai giochi, infatti, la classifica si accorcia notevolmente e rimette Johan Zarco in corsa per il titolo. Per il francese, però, il GP della Repubblica ceca non è solo gioie ma anche dolori: sfuma nuovamente la possibilità di centrare la prima vittoria in carriera. Questa volta, però, niente penalità e fotofinish ma solo una pessima gestione delle ultime curve, che consegna il gradino più alto del podio a Sandro Cortese.

Grandissimo spettacolo e lotta maschia in Moto2. In una lotta a suon di sorpassi e controsorpassi, non sempre pulitissimi, a trionfare è un Andrea Iannone in grande spolvero. Alle sue spalle, Marquez e Bradl. Per l’italiano, il mondiale è ormai andato ma, finalmente, pare esser stato ritrovato il feeling con la moto; è lecito dunque aspettarsi che Andrea farà più spesso capolino sul podio nella seconda metà della stagione.

125 – L’ottavo di litro regala due gare in una: il duello per il primo posto tra Zarco e Cortese e la bagarre per il gradino più basso del podio, vinta da Alberto Moncayo. La vera notizia sta però tutta nel ritiro di Nico Terol, tradito dalla sua Aprilia: per lo spagnolo, si tratta di un brutto colpo in ottica mondiale. Se, dopo le prime corse della stagione, il suo sigillo sull’ultimo titolo della 125 sembrava essere ormai una formalità, ora Nico è braccato in classifica proprio da Zarco; con il secondo posto di oggi, infatti, il francese si è portato a sole 12 lunghezze dal vertice. Malgrado la sfortuna, dunque, Terol deve quantomeno ringraziare Cortese, che ha beffato Zarco all’ultimo giro, impedendogli di rosicchiare altri 5 punti pesanti: Sandro centra così il suo primo successo in carriera, mentre Johan è costretto a rimandare, per l’ennesima volta, l’ambito traguardo.

Moto2 – Corsa serratissima quella della middle-class, con almeno 5 piloti in lotta per la vittoria nelle primi tornate. Nel finale, emerge però prepotentemente, oltre alla coppia di testa della classifica, composta da Marc Marquez e Stefan Bradl, il redivivo Andrea Iannone. Per il pilota di Vasto, vincere sarebbe il riscatto di una stagione, fin qui, da dimenticare, che lo ha visto perdere la bussola della messa a punto fino alla decisione, arrivata proprio a Brno,  di azzerare il lavoro svolto sinora. Andrea compie la missione e dà paga a Marquez all’ultimo giro; d’altra parte, lo spagnolo si toglie almeno la soddisfazione di lasciarsi alle spalle Bradl, cui “mangia” qualche punto. Gran protagonista della bagarre di testa anche Alex De Angelis, quarto sul traguardo.

Appuntamento alle 14.00 con la MotoGP, che vede Valentino Rossi in affanno dopo un warm-up non all’altezza delle qualifiche.

Mara Guarino

Foto homepage via: tuttomotoriweb.com

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews