125 e Moto2, Indianapolis: Terol e Marquez in fuga verso la vittoria

 

Marc Marquez in sella alla Moto2 del team Catalunya Caixa Repsol (motorcyclenews.com)

Indianapolis, Stati Uniti – Non offrono gare particolarmente spettacolari le classi inferiori del motomondiale. Pochi sorpassi decisivi ma punti pesanti in ottica iridata. In 125, la vittoria di Terol e il mezzo passo falso di Zarco danno nuovamente fiducia allo spagnolo del team Aspar dopo lo zero spaccato di Brno; in moto2, invece, tocca a Marquez capitalizzare al meglio le difficoltà del leader di classifica Bradl. Marc fa ciò che deve ma Stefan mette comunque in scena una rimonta che gli consente di afferrare un egregio sesto posto.

125 - Non c’è storia per la vittoria nella entry-class. Nico Terol, forte del ritmo messo a segno durante i turni di prova, parte con il chiaro intento di fare il vuoto, così da poter eventualmente controllare il calo delle gomme. La strategia è perfetta e l’esecuzione ottima: dopo uno start senza sbavature, lo spagnolo guadagna più di un secondo al giro e, a metà della corsa, ha già i 25 punti in cassaforte. Più combattuto il resto del podio, che vede al secondo posto Maverick Viñales, capace di cambiare ritmo nelle tornate finali. Terzo posto per Sandro Cortese.  Solo quinto Johan Zarco: il francese è, tra i top rider, quello che soffre maggiormente l’usura degli pneumatici e, a metà della gara, è costretto a rinunciare alla lotta per il podio. Il sorpasso finale, in volata, su Vazquez non basta e il ritardo in classifica si fa più consistente. In vista di Misano, sono 26 le lunghezze che lo separano da Terol.

Moto2- Nonostante l’avvio di stagione disastroso, Marc Marquez continua credere nel mondiale e lo dimostra conquistando una vittoria di forza sul tracciato di Indianapolis. Lo spagnolo, probabilmente aiutato dal peso, consuma gli pneumatici molto meno dei compagni di categoria e approfitta delle difficoltà altrui per darsi ad una fuga solitaria verso il primo posto. Completano un podio decisamente inedito Espargaro e Rabat. Ad approfittare delle noie con le gomme – tra gli altri, anche di Corsi e Iannone, costretti ad una seconda metà di gara in riserva dopo uno start grintoso – è anche Bradl, che risale la china sino alla sesta piazza. Alla luce delle qualifiche di ieri, il risultato del tedesco non può che essere accolto con soddisfazione dalla squadra. Marquez si porta però a soli 27 punti di svantaggio in classifica e i prossimi appuntamenti con la middle-class di preannunciano incandescenti.

Mara Guarino

Foto homepage via: teamaspar.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews