“Tony Oursler. Open Oscura” al Pac di Milano

Video installazione di Oursler al Pac

MILANO – C’è ancora tempo fino al 12 giugno per addentrarsi  nell’universo reale e allo stesso tempo onirico di Tony Oursler, artista newyorkese classe 1957 che ha superato i limiti della bidimensionalità nella videoarte, per confondere i confini tra video e scultura, installazione e performance.

Il PAC di Milano infatti ospita dal 18 marzo l’antologica “Tony Oursler. Open Oscura”, in cui l’artista svela i meccanismi della contemporaneità in modo poliedrico e complessivo; non manca l’analisi dei vizi tipici della società americana, dell’effetto dei mezzi di comunicazione di massa sulla vita quotidiana,  i riferimenti ai mezzi di comunicazione di massa e al loro effetto sulla vita di tutti i giorni, all’indagine sul soprannaturale, la spiritualità, la religione e la cosmogonia, sulla psiche umana e sull’inconscio individuale e collettivo.

Curata da Gianni Mercurio e Demetrio Paparoni, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e prodotta da PAC, 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e MiArt su progetto di Madeinart, la mostra presenta un’ampia selezione di lavori, tra cui alcune grandi installazioni realizzate da Oursler negli ultimi dieci anni.

Oursler è uno dei primi videoartisti ad oltrepassare i limiti dello schermo per sfociare in proiezioni-scultura (sculture-screens) che attraverso l’uso di simboli, generalmente provenienti dal mondo dell’informazione e dalla cultura Pop, creano spazi unici e fortemente immersivi. Fondamentale l’utilizzo dell’audio, attraverso cui affiorano bisbigli e discorsi frammentati, intricati, sintomo dell’incomunicabilità tipica della malattia mentale, della dipendenza da droghe e psicofarmaci, del condizionamento e controllo delle telecomunicazioni.

Video installazione di Oursler al Pac

Lo spettatore che entra al PAC si mette subito in ascolto delle voci che, legate alle video installazioni, denunciano i vizi della società contemporanea: così per Bedazzled, Set for Life, Funky $5, Mother’sDay, Welcome to Las Vegas, in cui una serie di gratta e vinci vengono freneticamente raschiati, trasmettendo l’ansia e l’ossessione per il gioco d’azzardo e per i giochi legati al denaro. Procedendo il visitatore osserva, proiettate su cilindri bianchi e accompagnate dall’audio di profonde aspirate, sigarette che si consumano. Respiri lenti, veloci pause rubate ad una vita frenetica, caotica e schiacciante: appaiono chiari i riferimenti e le critiche alla frenesia della quotidianità e al business dei tabacchi.

Obscura, studiata appositamente per il PAC, è il nome dell’installazione che rende lo spettatore parte di un cosmo fatto da occhi sospesi ad altezze variabili: pianeti che osservano, palpebre che sbattono, allusioni alle narrazioni orwelliane e all’occhio del Grande Fratello, alla tecnologia che tutto controlla. Bocche, occhi e parti del corpo umano sono nuovamente protagoniste di PurpleResonantDust, una nebulosa che mostra e fagocita questi elementi umani, mischiando immaginario popolare e quello legato allo studio del cosmo. The Valley per l’Adobe Virtual Museum è una piattaforma interattiva con cui lo spettatore si può confrontare, dove emerge il costante conflitto uomo-macchina: l’uomo è attratto e intimorito dagli aspetti antropomorfi della macchina. Altrettanto interattivi i microcosmi creati con Peak, minuscoli universi di oggetti quotidiani, le cui superfici vengono animate attraverso la proiezione di piccole immagini a cui viene sempre aggiunto l’audio.

Una mostra che non può lasciarci indifferenti, che quanto meno ci coinvolge in prima persona e ci incuriosisce, parlando proprio del mondo in cui viviamo.

Aperta anche a Pasquetta.

di Benedetta Rutigliano

Orari

lunedì 14.30 – 19.30

martedì – domenica 09.30 – 19.30

giovedì 09.30 – 22.30

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

 

Aperto 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno

Ingresso

€ 7 Intero

€ 5 ridotto studenti, over 65, disabili e convenzioni

€ 4 ridotto speciale scuole

GRATUITO bambini fino a 5 anni

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews