“Te lo regalo se vieni a prenderlo” come riciclare oggetti inutilizzati gratuitamente, grazie a Facebook

Perché buttare oggetti poco utilizzati e magari poco apprezzati, quando magari a poca distanza da noi c’è proprio qualcuno disposto a voler dare loro una seconda possibilità? È vero, esistono già negozi e mercatini dell’usato, ma questa idea non prevede l’esborso di nemmeno un euro. Si ritorna a una delle forme più primitive del commercio, lo scambio, il tutto però aiutato dall’efficienza della tecnologia:le persone si accordano grazie alla rete.

Si tratta di un’iniziativa che ha già preso piede nel nostro paese, sul social network più utilizzato dagli italiani: Facebook. È nata infatti una pagina “Te lo regalo se vieni a prenderlo” , diversa per ogni regione italiana, capace di avvicinare chi si vuole sbarazzare di oggetti inutilizzati e chi invece vuole diventarne il nuovo proprietario.

Sono già oltre 70mila gli iscritti in tutta Italia e l’obiettivo è proprio quello di riutilizzare ciò che non serve più a chi lo possiede. È sufficiente pubblicare un breve annuncio, possibilmente con una foto da mostrare ai componenti del gruppo; ovviamente non esistono spese di pubblicazioni per l’annuncio, come invece succede per siti appositi di vendita online, tra i quali anche E-Bay per esempio.

L’idea è di Savatore Benvenuto, un 47enne di origini calabresi, che però vive nella Svizzera Italiana da quando era bambino. La lampadina gli si è accesa dopo aver visitato una discarica: «Sono rimasto stupito – racconta – dalle cose, ancora perfettamente funzionanti, che ogni giorno vengono buttate».

Benvenuto è un formatore nel campo del marketing e della comunicazione e ci tiene a sottolineare la differenza di funzionamento tra la sua idea e quella che può essere definita come la più classica offerta di beneficienza: «Un conto è affidare qualcosa a un’associazione benefica o a un’organizzazione come la Caritas, e delegare loro il compito di consegnarlo a chi ha bisogno. Un altro è incontrare personalmente una persona, creare una relazione grazie all’oggetto da donare».

“Evolversi vuol dire utilizzare le risorse”: questo è lo slogan del progetto. «Regalare e ricevere crea fiducia fra le persone e verso il genere umano in generale». Per questo il sito non prevede il baratto: «Nel baratto si dà valore all’oggetto, noi invece diamo valore alle persone che donano o che cercano. Nel regalare si sono creati sovente rapporti di amicizia, relazioni che non si sono più interrotte».

Ecco cosa distingue questa idea tanto semplice, quanto geniale. Ma cosa si può trovare online sulla pagina di questo gruppo di Facebook? Si può regalare di tutto, da divani a lampade, da vestiti a biglietti del treno che non possono essere utilizzati dal proprietario.
Insomma, è davvero un luogo virtuale dove ci si può mettere d’accordo per ottenere oggetti per noi interessanti, gratuitamente.

«Non esiste un centro di raccolta, e non credo esisterà mai», precisa l’ispiratore del gruppo. Presto, però, nascerà anche un sito internet, grazie agli amministratori delle pagine del gruppo.
Il procedimento è perciò molto semplice: è sufficiente iscriversi al gruppo, cercare l’oggetto che più ci interessa e andare a ritirarlo presso il domicilio di chi è disposto a regalarvelo.

«Anche così, regalando anziché buttando, si può diminuire l’inquinamento ed evitare di intasare le discariche», si legge sulla pagina del Gruppo antispreco. «Qui si dona e si chiede». Senza dimenticare che: «si può fare sempre qualcosa l’uno per l’altro».

Sara Mariani

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

5 Risponde a “Te lo regalo se vieni a prenderlo” come riciclare oggetti inutilizzati gratuitamente, grazie a Facebook

  1. avatar
    Salvatore Benvenuto 21/09/2012 a 09:29

    Carta Sara,
    Il suo articolo mi piace molto e ha saputo descrivere il valore del nostro progetto che trova sempre di più l’entusiasmo degli utenti dei gruppi regionali.
    Condividerò il duo articolo sulle nostre bacheche. Tante belle cose e grazie per l’affetto che ci dona.

    Salvatore Benvenuto.

    Rispondi
  2. avatar
    andrea carlessi 29/11/2012 a 00:33

    peccato che sia un gruppo dove la democrazia resta una chimera,; anche se c’è un un regolamento nbella sezione informazioni, poi un ci si trova con altri regolamenti che non si sà dove sono stati scritti, poi qualcuno ti dice che era stato scritto nella bacheca ma dove bohhh e se non fai quello che ti dicono ti sbattono fuori senza tanti complimenti e senza che ti abbiano spiegato perchè, è successo a tanti miei conoscenti, poi la gente si stufa e và da altre parti. sembra di essere in una comunità dove non hai diritto di parola, uno schifo pazzesco. Comunque ho scoperto altri gruppi più piccoli dove non ti impongono se non un buon comportamento, non ti dicono che se ricevi un dono non puoi fare quello che vuoi, che tre lo devi tenere e basta, ti fanno sentire libero, Intento bello ma gestito malissimo e senza rispetto per le persone

    Rispondi
    • avatar
      mariagrazia 06/03/2014 a 09:45

      hai ragione e’ vero e’ gestito malissimo c’e’ stata una persona del gruppo che mi ha offeso senza sapere e diceva delle falsita’ mi ha allontanato anzi cancellata dal gruppo della toscana
      perche’ non si e’ capito …ora mettono le regole senza dirlo e non sono quelle dell’accordo del progetto…

      Rispondi
  3. avatar
    Mari 28/06/2013 a 14:52

    Sto cercando oggetti in regalo

    Rispondi
  4. avatar
    sonia.falqui 04/02/2014 a 10:44

    scusate la mia ignoranza, chi mi può spiegare cosa devo fare per accedere alla lista degli oggetti di: te lo regalo se vieni a prenderlo bergamo e provincia. vi ringrazio anticipatamente. mi sono scordata di dire che mi sono già iscritta al gruppo ma non trovo la lista degli oggetti che regalano.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews